Corruzione in comuni lombardi,11 arresti

Mag 3, 2022

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – MILANO, 03 MAG – La Gdf di Milano ha arrestato 11
    persone accusate a vario titolo di
    corruzione negli appalti per l’affidamento dei servizi di
    ristorazione collettiva in scuole e istituti per anziani e di
    pulizie in uffici pubblici, per un valore complessivo di 39
    milioni di euro, in diversi comuni dell’hinterland milanese e
    lombardi (Buccinasco, Cornaredo, Mediglia, Ranica, Flero).
        Stando alle indagini della Procura milanese, 11 contratti di
    fornitura sarebbero stati assegnati dagli enti locali a favore
    delle imprese alle quali erano direttamente collegati alcuni
    indagati o di altre disposte a pagare una “tangente” compresa
    fra l’1 e il 2 % del prezzo posto a base d’asta della gara.
        Dagli accertamenti è emerso come il pagamento delle mazzette
    avvenisse attraverso “la devoluzione di valore o di somme di
    denaro in forma rateizzata per tutta la durata della fornitura”.
        I finanzieri hanno, infatti, documentato anche le fasi della
    consegna di una “bicicletta professionale da corsa, del valore
    commerciale di 3.000 euro, a favore di un pubblico dipendente
    corrotto per l’aggiudicazione di una gara del valore di 300.000
    euro”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Eni, i due conti per garantire forniture gas

    Eni, i due conti per garantire forniture gas

    L'Eni continuerà a pagare il gas russo in euro, come da contratto. Nell'imminenza della scadenza della fattura di maggio, intorno al 20, e dopo che Gazprom bank ha chiuso i conti correnti su cui gli acquirenti hanno finora pagato le forniture, Eni ha avviato in via...

    Ex marito le diede fuoco: confermati 18 anni per Ciro Russo

    Ex marito le diede fuoco: confermati 18 anni per Ciro Russo

    (ANSA) - REGGIO CALABRIA, 17 MAG - È stato condannato a 18 anni e 8 mesi di carcere Ciro Russo, l'uomo che tre anni fa tentò di uccidere la ex moglie dandole fuoco. La Corte d'Appello di Reggio Calabria ha confermato la sentenza di primo grado del luglio 2020...