Covid: arcivescovo Bologna, vaccinazione responsabilità di tutti

Dic 31, 2021

Condividi l'articolo

(ANSA) – BOLOGNA, 31 DIC – “Bisogna fare di tutto perché le
uniche soluzioni che abbiamo, e che sono state anche frutto di
tanta collaborazione, non sono perfette ma sono quelle che
permettono di affrontare il male e quindi è responsabilità di
tutti effettivamente la vaccinazione” così come “rispettare
tutti quanti le indicazioni, perché soltanto così è possibile
combattere davvero il male. Non mettersi e non mettere in
pericolo la vita, propria e degli altri”. L’appello arriva dal
cardinale Matteo Zuppi, arcivescovo di Bologna, a margine della
sua visita ai reparti Covid del Policlinico di Sant’Orsola del
capoluogo emiliano, rispondendo a una domanda su un invito alla
vaccinazione per il Covid-19.
    Davanti a una “pandemia che sembra non finire mai”, ha detto
il cardinale, in luoghi come gli ospedali “soffrono da due punti
di vista. Coloro che sono ricoverati e anche tutta la struttura
che soffre per il carico ulteriore che appesantisce tanto il
lavoro di tutti”. Per questo l’arcivescovo ha voluto portare la
sua “vicinanza, la solidarietà, e per chi crede la vicinanza e
la tenerezza di Dio che aiuta a combattere il male”. Da parte
sua anche un “ringraziamento per tutto il personale sanitario
che con tanta professionalità e con tanta perseveranza permette
di affrontare la sofferenza, di limitare le conseguenze e di
combattere la pandemia”. Proprio in questa emergenza sanitaria,
ha aggiunto, “c’è il rischio di pensare di farcela da soli,
oltre ai rischi di pensare che non sia un problema, e purtroppo
le conseguenze si vedono”. “La resistenza alla pandemia ci
chiede ancora più perseveranza, intelligenza e la solidarietà di
tutti”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte