Covid: in Alto Adige la salsicce per i neo vaccinati

Ott 5, 2021

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – BOLZANO, 05 OTT – Prima il vaccino anti-Covid, poi
    uno spuntino con la Weißwurst (la salsiccia bianca
    dell’Oktoberfest), il tipico pane Brezen e una birra analcolica:
    è il programma messo a punto dall’Azienda sanitaria dell’Alto
    Adige per la prossima tappa del Vaxbus che, venerdì 8 ottobre,
    dalle 10 alle 17.30, si fermerà davanti al birrificio Forst di
    Foresta/Lagundo, vicino Merano.
        Proprio il birrificio offrirà a tutti coloro che si
    sottoporranno alla vaccinazione la piccola merenda, sull’esempio
    del comune di Aue-Bad Schlema, cittadina della Sassonia, in
    Germania, che, un paio di mesi fa, aveva incentivato con
    successo la partecipazione alla campagna vaccinale a suon di
    Bratwurst, la salsiccia arrostita. “Non è solo il decreto Draghi
    – sottolinea l’Azienda sanitaria – che prevede la vaccinazione
    per tutti i lavoratori a partire dal 15 ottobre, che dovrebbe
    spingere i non vaccinati a sottoporsi al vaccino e proteggersi:
    la variante delta, attualmente dilagante, contagia soprattutto i
    giovani, che spesso peggiorano rapidamente. Non è un caso che
    tutte le pazienti e tutti i pazienti attualmente ricoverati in
    terapia intensiva con Covid non siano vaccinati”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte