Covid: India, con chiusura scuole il 37% ha abbandonato

Set 6, 2021

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – NEW DELHI, 06 SET – Un’indagine resa nota oggi,
    condotta da volontari di alcune organizzazioni non-governative
    mostra l’impatto devastante della chiusura delle scuole nelle
    campagne indiane: nei 18 mesi di chiusura, il 37% dei bambini è
    uscito dai percorsi scolastici mentre solo l’8% ha studiato
    regolarmente con la didattica a distanza. Ma anche tra chi ha
    continuato in qualche modo a studiare, almeno la metà risulta
    incapace di leggere più di qualche parola.
        Lo studio, che ha coinvolto oltre 1.500 famiglie in 15 stati del
    paese, si è incentrato, oltre che sulle campagne, sulle aree
    più povere delle città, gli slum e i quartieri degradati, dove i
    bambini non hanno alternative alle scuole pubbliche. Nelle aree
    urbane la situazione è solo leggermente migliore, con il 24%
    degli scolari che hanno seguito le lezioni online regolarmente.
        Le difficoltà principali per i bambini sono state ovunque la
    mancanza di smartphone o tablet, la cattiva qualità delle
    connessioni e l’impossibilità di pagare i costi.
        Nelle campagne, appena il 51% delle famiglie ha uno
    smartphone, a differenza del 77% che lo possiede nelle zone
    urbane. Nelle aree rurali, inoltre, solo raramente gli
    insegnanti hanno inviato ai bambini i materiali per lo studio
    online. Lo studio mostra che anche l’insegnamento attraverso le
    televisioni, tentato in vari stati, non ha funzionato come
    alternativa alle lezioni in presenza, mentre quasi ovunque la
    chiusura ha messo in pericolo la sicurezza alimentare garantita
    ai bambini dal pasto quotidiano fornito dalle scuole .
        A fronte della stragrande maggioranza dei genitori, il 90%,
    che chiede la riapertura delle scuole, chiuse dal marzo del
    2020, quando il Premier decretò il primo lockdown nazionale, sono appena cinque gli stati, l’Uttar Pradesh, Delhi, l’Haryana,
    il Maharashtra e il Punjab che hanno riaperto le aule
    dall’inizio di settembre. Tra moltissime cautele: solo per gli
    studenti delle superiori, con tutto il personale scolastico
    vaccinato, e limitando al 50% le presenze ammesse. New Delhi ha
    annunciato oggi la costituzione di una cabina di regia per
    coordinare le riaperture a livello nazionale. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte