Covid: riapre scuola in Israele nonostante picchi infezione

Set 1, 2021

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – TEL AVIV, 01 SET – Circa 2 milioni e mezzo di
    studenti (dall’asilo nido alle classi maggiori) hanno cominciato
    in Israele l’anno scolastico in presenza, nonostante i picchi di
    nuove infezioni nel Paese dovuti alla variante Delta e quindi i
    possibili ritorni sul sistema educativo.
        Il premier Naftali Bennett ha ricordato che prima della
    riapertura degli istituti “è stata svolta la più grande campagna
    di test” della storia di Israele che ha visto in un giorno “due
    milioni di controlli” antigenici rapidi su tutti gli studenti.
        Va ricordato che da pochi giorni nel Paese è prevista la
    vaccinazione con la 3/a dose a partire dai 12 anni in su e che a
    scuola si starà con la maschera. Gli insegnanti che non sono
    vaccinati devono presentare un test negativo due volte a
    settimana.
        Il ministro dell’educazione Yifat Shasha-Biton ha spiegato
    che il modello della riapertura in presenza potrà essere “adattato sulla base del numero settimane e mesi”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Gotti, Napoli in forma straripante

    Gotti, Napoli in forma straripante

    (ANSA) - UDINE, 20 SET - "I due gol del primo tempo, un po' ingenui e balordi, hanno indirizzato la partita fortemente. Non siamo stati capaci di cambiare la direzione all'incontro e il Napoli è in uno stato di forma psicofisica estremamente elevata e straripante: non...

    Insigne “primato ora conta poco, andiamo avanti umili”

    Insigne “primato ora conta poco, andiamo avanti umili”

    (ANSA) - ROMA, 20 SET - "Essere primi per ora non conta nulla. La cosa più importante è che abbiamo fatto una grande prestazione su un campo non facile. Tutti stiamo bene, stiamo lavorando bene con l'allenatore che sta cercando di tirare fuori da ognuno di noi un...