Covid: sul ‘dark web’ falsi annunci vendita di vaccini

Sul dark web sono già presenti falsi annunci per la vendita di vaccini contro il Covid-19. Lo afferma Check Point Research, la divisione Threat Intelligence della compagnia Check Point Software Technologies, secondo cui sugli stessi siti si possono trovare anche alcuni presunti ‘farmaci’ contro il virus.

Che il tema abbia attirato l’attenzione dei criminali informatici è confermato anche dalle notizie recenti di attacchi all’Ema, l’autorità europea per i farmaci, finalizzati proprio a carpire documenti sui vaccini. Dopo quelli di Pfizer, anche quelli di Moderna sarebbero stati oggetto di attacco, come ha affermato la stessa azienda.

“Europol, agenzia dell’Unione Europea finalizzata alla lotta al crimine nel territorio Ue – spiega la società di sicurezza Check Point Research – ha già emesso una notifica di allarme preventivo sulla criminalità legata ai vaccini durante la pandemia. Tutti i venditori trovati accettano solo pagamenti in bitcoin, riducendo al minimo le possibilità di essere rintracciati; mettendo ulteriormente in dubbio l’autenticità dei farmaci che stanno vendendo. Quando Check Point Research ha comunicato con un fornitore, quest’ultimo ha chiarito di vendere un vaccino Covid-19 non specificato per 0,01 BTC (circa 300 dollari), affermando che erano necessarie 14 dosi”. Le minacce informatiche legate ai vaccini, aggiunge la compagnia, corrono anche sul web tradizionale: “Oltre a cercare di vendere farmaci e vaccini Covid-19 falsi, gli aggressori stanno anche usando le ultime notizie come esca per le loro campagne phishing”.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte