Da Ance decalogo per nuova governance della politica urbana

Mag 13, 2022

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – PARMA, 13 MAG – Serve “una legge di principi
    statale” che superi la legge urbanistica del 1942 e il decreto
    sugli standard urbanistici del 1968. L’Associazione nazionale
    costruttori edili (Ance), chiede “una nuova governance per la
    politica urbana nazionale” e propone un decalogo di azioni da
    intraprendere. La proposta è stata discussa durante il convegno ‘Com’è bella la città’ organizzato dall’Ance al Teatro Regio di
    Parma.
        Tra le richieste annunciate dall’associazione nel decalogo si
    va dalla definizione di rigenerazione urbana e dichiarazione di
    interesse pubblico degli interventi al contributo di
    costruzioni. Inoltre, tra le altre cose, si chiede il
    contenimento del consumo di suolo, una nuova perequazione per la
    città e la semplificazione per gli interventi di
    riqualificazione energetica e il miglioramento sismico degli
    edifici esistenti. Secondo l’Ance, il Piano nazionale di ripresa
    e resilienza (Pnrr) – che destina circa 47,6 miliardi di euro a
    investimenti per le città e i territori, di cui nove per la
    rigenerazione urbana – rappresenta “l’occasione giusta” per
    realizzare queste proposte. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Caos centrodestra dopo il vertice di Arcore, Fdi all’attacco

    Caos centrodestra dopo il vertice di Arcore, Fdi all’attacco

    "È sicuramente positivo essersi incontrati ma l'unità della coalizione non basta declamarla. Occorre costruirla nei fatti. Su 26 città capoluogo sono solo 5, ma purtroppo importanti, le città in cui il centrodestra andrà diviso al primo turno ma restano ancora diversi...

    Peste suina: a Roma altri 3 casi, in arrivo nuove ordinanze

    Peste suina: a Roma altri 3 casi, in arrivo nuove ordinanze

    Altri tre casi di peste suina a Roma e altre ordinanze per rimodulare al zona infetta e prendere nuovi provvedimenti. "Nella giornata di oggi è attesa l'ordinanza che rimodula i confini della zona infetta a seguito della conferma di tre ulteriori casi di positività...