Dal volo alla scomparsa, Luigi Di Maio è il personaggio più “memato” del 2022

Condividi l'articolo

Da enfant prodige della politica italiana a escluso di lusso dal parlamento per volere dei cittadini. È stata una parabola velocissima quella di Luigi Di Maio, che a 36 anni appena compiuti vede già sbarrate le porte della politica. Questo è stato l’annus horribilis per “Giggino” da Pomigliano d’Arco, che pensava di fare il colpo grosso con la scissione dal Movimento 5 stelle nel pieno della crisi del governo Draghi e si è trovato con un misero 0,6% alle elezioni del 25 settembre. Nemmeno l’ombrello del Partito democratico, al quale aveva ipocritamente chiesto “asilo” per il suo movimento, è riuscito a evitargli l’umiliazione di non aver raggiunto nemmeno l’1% tra le preferenze dei cittadini. Inevitabile che per tutto questo, e non solo, il web lo abbia preso di mira e che sia risultato come il personaggio più “memato” del 2022.

L’ex ministro degli Esteri è stato premiato nel corso del primo Oscar dei meme italiano, a Off Topic a Torino. Ovviamente, Luigi Di Maio non era presente in sala al momento della premiazione, e non sarebbe potuto essere diversamente, visto e considerato che dal 26 settembre è sparito dai social e sono pochi quelli che l’hanno incrociato. Ha eliminato qualunque profilo, sia Twitter che Facebook, e ha perfino cancellato il suo sito internet, non prima che gli sia stato hackerato.

Qualcuno dice che si sia rintanato a Pomigliano D’Arco, la sua roccaforte che però alle elezioni l’ha tradito. Altri dicono che si muova a Roma nell’ombra, tessendo la tela per ottenere l’incarico come inviato speciale nel Golfo Persico per l’Unione europea. Altri ancora che sia espatriato. A tal proposito, sono innumerevoli i meme creati dal web, che spesso ha anche vagliato l’ipotesi di rivolgersi a Chi l’ha visto?, lo storico programma di Rai3 condotto da Federica Sciarelli che si occupa di persone scomparse.

Che dire, poi, del giorno in cui Luigi Di Maio ha deciso di trasformarsi in Luigi “Ape” Maio, volando di mano in mano sulle spalle di aitanti pizzaioli e camerieri in una pizzeria in Campania. Ma gli esempi di meme creati sulla figura dell’ex titolare della Farnesina. Gli Oscar hanno premiato i vincitori scelti dalla combinazione tra il voto della giuria e quello dei follower della pagina dell’evento Memissima/Meme Awards attraverso la pagina Instagram del Festival.


Fonte originale: Leggi ora la fonte