Dalla Piccola Industria ultima chiamata a una politica distratta

Giu 16, 2022

  • Condividi l'articolo

    Dalle imprese “una vera ultima chiamata ad una politica che vediamo eccessivamente distratta”.
        Il presidente della Piccola Industria, il 90% delle associate a Confindustria, Giovanni Baroni, riassume in una intervista all’ANSA il senso delle Assise di domani, a Bari, per una sintesi dopo un “percorso di ascolto” degli imprenditori con nove tappe sul territorio. Chiedono “un bagno di realtà”, sottolineano la distanza delle proposte politiche “strumentalizzate per fini elettorali”, e avvertono: con la guerra e la crisi dell’energia “non possiamo vivacchiare” fino alle elezioni con un Governo che “è già in clima elettorale”.
        Tessuto vivo del sistema imprenditoriale italiano, la piccola Industria si appresta a lanciare “un’agenda di proposte per il rafforzamento delle piccole imprese”.L’appuntamento di Bari arriva dopo una road map di nove tappe su tutto il territorio italiano – partita il 7 aprile da Cagliari, ha poi toccato Catania, Bologna, Torino, Milano, Vicenza, Napoli, Pisa, e si è chiusa il 3 maggio a Pescara, coinvolgendo attivamente oltre mille imprenditori -: “Bisogna riportare le Pmi al centro dell’agenda del Paese. Chiediamo alla politica di raccogliere le indicazioni degli imprenditori che rappresentano la parte più produttiva e sana del sistema”, dice Baroni. E avverte: “Tra un anno si andrà alle elezioni, se Governo e Parlamento riusciranno a tenere conto delle nostre proposte, facendole diventare agenda politica, potremo superare questa fase, altrimenti rischiamo di cadere in un immobilismo che può essere fatale per l’economia e l’industria italiana”. 
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Ucraina: media, attacco missilistico su Kiev

    Ucraina: media, attacco missilistico su Kiev

    Alcune esplosioni sono state sentite all'alba a Kiev. Lo riferisce il Kiev Independent, che parla di tre deflagrazioni. Secondo quanto riportato sui social le esplosioni sarebbero state più numerose, almeno quattro, e sono state causate da missili da crociera russi:...

    Triplicano gli stoccaggi di gas giornalieri

    Triplicano gli stoccaggi di gas giornalieri

    Nessuno si aspettava fosse facile, ma la corsa verso il 90% di stoccaggi di gas pieni entro ottobre può diventare una specie di scalata all'Everest per l'Italia. Tutto è complicato dal taglio delle forniture russe, dai prezzi esosi del gas e ora anche dai contestatori...