“Deve sbarcare in un porto italiano”. La Francia sbarra la strada alla Ocean Viking

Condividi l'articolo

La Ocean Viking sbarcherà in Francia? Forse. Quel che è certo è che da ore sta navigando nelle acque territoriali francesi lungo la costa della Corsica. Si ipotizzava che potesse fermarsi in uno dei porti dell’isola francese ma per il momento la sua rotta sembra puntare verso nord, anche se ancora non è stato ufficialmente assegnato un porto. Ha superato Porto Vecchio e il porto successivo d’attracco valido per la sua stazza è quello di Bastia, dove potrebbe arrivare nelle prossime ore, anche se non esiste per il momento nessuna certezza in tal senso. Il motivo di tanta indecisione sta nel fatto che la Francia non si è davvero fatta carico della nave, giacché continua a spingere affinché la Ocean Viking entri in Italia.

La regola europea è che la nave deve sbarcare nel porto più vicino, che è un porto italiano“, ha detto il ministro dell’Economia e delle finanze francese Bruno Le Maire in un’intervista al canale France 2. Un pensiero condiviso anche dal ministro dei Trasporti, Clement Beaune, che in un’altra intervista al canale LCI, ha ribadito che l’accoglienza dell’Ocean Viking, dell’ong francese SOS Mediterrànee, con i suoi 234 migranti raccolti nel Mediterraneo, “è una responsabilità italiana“. Fermamente contrario è il ministro francese del Lavoro, Olivier Dussopt, intervistato questa mattina da Sud Radio: “La regola in Europa è la solidarietà e la regola di solidarietà dice che è lo Stato con il porto più vicino che deve accogliere la nave, in questo caso è l’Italia“.

Anche Dussopt tenta di far leva sull’Italia citando i finanziamenti ottenuti dal nostro Paese: “L’Italia ha beneficiato della solidarietà europea: non può essere a senso unico“. Sono tutti solidali con le navi Ong quando quando queste sbarcano in Italia, ma la Francia sta dimostrando di non avere lo stesso slancio solidale quando si paventa lo sbarco in uno dei suoi porti. Intanto, il governo francese ha avviato l’evacuazione sanitaria di quattro migranti dall’Ocean Viking. Fortemente contraria allo sbarco in Francia per la nave è Marine Le Pen: “La nostra politica di fermezza in materia di immigrazione è l’unica a poter impedire a uomini e donne di rischiare la vita per raggiungere il nostro continente. Dobbiamo rifiutare di essere complici dei trafficanti e rifiutare che l’Ocean Viking sbarchi in Francia“.


Fonte originale: Leggi ora la fonte