Di Maio: “Lasciamo i veti agli estremisti, noi per l’unità”

Ago 1, 2022

Condividi l'articolo

“Chi fece cadere il governo sono estremisti. Lasciamo a loro lo ironie e i veti, la nostra risposta è unità. La loro vittoria vuol dire isolarsi dall’Europa. Il fronte riformista deve essere unito. Credo che le ingerenze straniere saranno forti: per togliere ogni ombra chiediamo una Commissione d’Inchiesta nella nuova legislatura su questi legami”. Lo ha affermato Luigi Di Maio alla presentazione del nuovo soggetto politico, Impegno civico.

“Ci raffacciamo alle parole del Papa sulla responsabilità civica: nessuno può sottrarsi a questo impegno a favore del proprio Paese”, ha sottolineato Di Maio. “Ci rifacciamo a momenti nella storia in cui insieme si sono fatti grandi passi avanti, penso agli angeli del fango di Firenze nel 1966, penso ai volontari del terremoto in Irpinia, agli angeli del 2020, a chi portò la spesa agli anziani durante la pandemia. Guardo al terzo settore, ai giovani che si battono a difesa del pianeta”.

“Nel simbolo c’è una piccola ape nel nostro simbolo. Quando scompariranno le api scomparirà l’umanità. Metterle ne simbolo vuol dire mettere al centro l’ambiente, la lotta al cambio climatico”, ha spiegato Di Maio sul simbolo di Impegno civico.

“Ai tavoli internazionali ora dobbiamo portare avanti i nostri punti con un governo che è là per gli affari correnti. Unico modo per portare ai tavoli Ue il governo in modo forte è fare in modo che tutti i partiti scrivano una lettera a Bruxelles a sostegno di Draghi sul tetto sul gas. Le famiglie non possono aspettare il voto. E’ la mia prima proposta in campagna elettorale”, ha detto Di Maio.


Fonte originale: Leggi ora la fonte