Diventerà un museo in Sicilia la casa di Quasimodo

Dic 28, 2021

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – PALERMO, 28 DIC – La Regione Siciliana ha avviato le
    procedure che porteranno all’acquisizione della casa natale del
    poeta Salvatore Quasimodo, a Modica, in provincia di Ragusa. Il
    via libera è arrivato con una delibera del governo Musumeci,
    approvata nell’ultima riunione di giunta, dopo la stima del
    dipartimento regionale tecnico che ha quantificato in circa 220
    mila euro il valore dell’immobile. Nel marzo scorso la giunta
    regionale aveva stanziato un milione di euro per l’acquisto e
    per la valorizzazione della casa.
        “L’abitazione di Quasimodo è uno dei numerosi luoghi di
    Modica che attirano l’attenzione e la curiosità di turisti e
    scolaresche. Riteniamo doveroso, dunque, dare seguito
    all’impegno che avevamo preso – insieme all’assessorato dei Beni
    culturali – per trasformare l’immobile in un polo del turismo
    culturale”, dice il presidente della Regione Siciliana, Nello
    Musumeci.
        Quasimodo trascorse nella cittadina barocca i suoi primi
    anni di vita (era nato nel 1901) mantenendo, successivamente,
    uno stretto legame con i luoghi della sua infanzia. L’immobile
    si trova nel centro storico, a poca distanza dalla chiesa di San
    Giorgio. I locali ospitano lo studio originale e altri oggetti
    appartenuti al Nobel che erano stati acquisiti nel ’92 dalla
    Regione e destinati poi al Comune. La casa include anche un
    giardino di 650 metri quadri.
        “L’abitazione di Quasimodo rappresenta un prestigioso
    tassello della rete delle Case museo voluta dal governo Musumeci
    e anche il giusto riconoscimento al poeta modicano e premio
    Nobel per la letteratura nel ’59”, dice l’assessore regionale
    dei Beni culturali, Alberto Samonà.
        La “Rete regionale delle case museo” intende mettere in
    collegamento le strutture legate a personalità del mondo della
    cultura di origini siciliane o che, nel corso della loro
    carriera, hanno sviluppato uno stretto legame con l’Isola.
        (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Shoah: Ovadia,Settimana delle memorie si farà anche nel 2023

    Shoah: Ovadia,Settimana delle memorie si farà anche nel 2023

     "La Settimana delle memorie si farà anche il prossimo anno e quelli a venire, almeno fino a che resterò in carica". Con queste parole Moni Ovadia, attore e direttore del Teatro Comunale di Ferrara, ha annunciato all'ANSA la volontà di replicare la settimana...