Donini: cresce la spesa militare ma niente alla sanità

Mag 10, 2022

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – BOLOGNA, 10 MAG – ‘Riarmiamo’ la sanità. È l’appello
    che Raffaele Donini, assessore alla Sanità dell’Emilia-Romagna e
    coordinatore della commissione Salute della conferenza delle
    Regioni, fa dalla sua pagina Facebook al Governo. Bene, scrive,
    il confronto dell’Italia con Usa e Nato sulla guerra in Ucraina,
    per “la pace in Europa”, ma mentre per le spese militari c’è un
    significativo aumento del budget, “la sanità pubblica e
    universalistica del nostro Paese fatica, in tutte le regioni, a
    far tornare i conti”.
        In particolare, sottolinea, “mancano 4 miliardi di euro di
    rimborsi per le spese Covid sostenute e mancano medici e
    infermieri negli ospedali e medici di medicina generale sul
    territorio. Le Regioni chiedono che la situazione si risolva
    presto perché altrimenti diventa difficile programmare la Sanità
    post Covid. ‘Riarmare la Sanità’ significa più risorse rispetto
    a un Fondo nazionale sanitario, che, seppur aumentato in questi
    anni, risulta essere ancora palesemente inadeguato rispetto al
    fabbisogno reale. Inoltre, a fronte di maggiori spese previste,
    nei prossimi anni tornerebbe a scendere rispetto al rapporto con
    il Pil”. “La salute dei cittadini deve essere un impegno
    politico prioritario per un grande Paese come l’Italia. Prima
    delle armi!”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Roland Garros: Trevisan al 3/o turno, polacca Linette ko

    Roland Garros: Trevisan al 3/o turno, polacca Linette ko

    Procede Martina Trevisan che approda al terzo turno del Roland Garros, secondo Slam del 2022, in corso sulla terra rossa parigina. La 28enne mancina di Firenze, n.59 WTA ("best ranking"), reduce dal primo titolo WTA conquistato a Rabat proprio alla vigilia dello Slam...

    Omicidio dell’ex vigilessa Laura Ziliani, confessa Mirto Milani

    Omicidio dell’ex vigilessa Laura Ziliani, confessa Mirto Milani

    (ANSA) - BRESCIA, 25 MAG - Svolta nelle indagini sul delitto di Laura Ziliani. Mirto Milani ha confessato l'omicidio dell'ex vigilessa di Temù, in provincia di Brescia, avvenuto l'8 maggio di un anno fa. Lo ha fatto nel corso di un lungo interrogatorio in carcere che...