Donna uccisa, procura contesta aggravante a imputato

Dic 20, 2021

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – AOSTA, 20 DIC – La procura di Aosta ha contestato
    una nuova aggravante – omicidio per futili motivi – a Gabriel
    Falloni, il 37enne di Sassari, ma domiciliato a Nus (Aosta), reo
    confesso dell’omicidio di Elena Raluca Serban, escort di 32 anni
    trovata morta nel suo appartamento di Aosta con la gola tagliata
    lo scorso 17 aprile. La nuova contestazione al termine
    dell’udienza di oggi, durante la quale Falloni ha ricostruito la
    dinamica del delitto.
        ‘Da quel giorno non penso che a tutto quel sangue – ha più
    volte detto in aula – sto male, le volevo bene, non riesco a
    levarmelo dalla testa”. Falloni non ha saputo dire come e
    perché, dopo averla strangolata, le abbia tagliato la gola.
        Secondo gli inquirenti, l’imputato aveva preso appuntamento
    con la donna dopo aver trovato il suo numero di telefono su un
    sito di annunci. A incastrarlo, prima della confessione, i
    tabulati telefonici e le riprese delle telecamere di
    videosorveglianza del condominio. L’uomo, dopo l’omicidio, era
    fuggito con otto mila euro. La squadra mobile lo ha arrestato
    mentre tentava di rientrare a Nus. “La mia famiglia non mi ha
    mai voluto bene, mio fratello e i miei amici hanno abusato di
    me”, ha detto Folloni rispondendo alle domande del suo
    difensore, che ha chiesto e ottenuto una perizia psichiatrica.
        Il perito sarà sentito durante la prossima udienza, fissata il
    23 marzo, quando ci sarà anche la discussione finale. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • “Draghi? Cosa è successo dopo la frase sul Colle…”

    “Draghi? Cosa è successo dopo la frase sul Colle…”

    "Il premier Mario Draghi ha commesso un errore di 'irritualità' che ha penalizzato la sua immagine". Il politogo Luigi Di Gregorio, autore del libro Demopatìa: Sintomi, diagnosi e terapie del malessere democratico, è convinto che "il brand Draghi" sia radicalmente...