• Droga: polizia Asti scopre giro affari per 1 milione e mezzo

    Condividi l'articolo

    (ANSA) – ASTI, 23 SET – Un volume di affari stimato di almeno
    1 milione e mezzo di euro: questa la rendita dello spaccio di
    cocaina portato avanti da un gruppo criminale albanese tra Asti
    e Santa Vittoria d’Alba, smantellato dall’operazione “Bad Boys”
    della questura di Asti.
        Il gruppo, a conduzione familiare, secondo quanto emerso
    dalle indagini, nascondeva la cocaina all’interno di barattoli,
    che poi venivano messi sotto terra, per venire smerciati sul
    territorio. Sono stati monitorati 4,7 chilogrammi di cocaina,
    indagate 30 persone, eseguiti 12 arresti. Le dosi di droga
    ricavate, secondo gli inquirenti, potevano essere almeno 21mila
    e 300.
        Sono state eseguite quattro custodie cautelari in carcere, su
    disposizione della procura di Asti, nei confronti di 4
    cittadini albanesi di età compresa tra i 20 e i 36 anni, mentre
    altre 8 persone sono state sottoposte alla misura cautelare
    dell’obbligo di presentazione. A capo del presunto gruppo
    criminale ci sarebbero due fratelli di 35 e 36 anni, che
    manovravano il tutto: uno di questi prima dal carcere di Cuneo,
    in cui si trovava recluso, poi da casa sua, dove si trovava ai
    domiciliari. Il sodalizio, oltre ai due fratelli, sarebbe
    composto dalle loro mogli e dai due cognati, che si dedicavano
    all’attività di occultamento, detenzione, fornitura e spaccio di
    cocaina, i quali rifornivano il nipote e altri soggetti
    ventenni, con quantitativi di un etto ogni volta, che a loro
    volta distribuivano al dettaglio sulle piazze del mercato
    illecito di Asti, Alba e Bra, consegnando i proventi
    dell’attività illecita ai due fratelli. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte