E’ morto lo storico Emiliano Giancristofaro

Giu 15, 2022

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – LANCIANO, 15 GIU – Ha formato generazioni di giovani insegnando filosofia nei licei e Storia delle Tradizioni
    Popolari all’Università di Chieti, profondo conoscitore e
    studioso del folklore d’Abruzzo è stato nel direttivo della
    Deputazione Abruzzese di Storia Patria e caporedattore della
    Rivista Abruzzese, fondata nel 1948, di cui fu direttore dal
    1963 al 2000. Si è spento questa mattina all’ospedale di
    Lanciano (Chieti), a 84 anni, il professor Emiliano
    Giancristofaro, giornalista, storico, etnologo e scrittore. La
    sera del 6 giugno scorso, giorno del suo compleanno, era stato
    colpito da ictus. Negli anni ’60 è stato co-fondatore della prima sezione
    abruzzese di Italia Nostra ed è stato presidente regionale dal
    1994 al 2003. Insieme a Beniamino Rosati, Corrado Marciani e
    Antonino Di Giorgio condusse l’opposizione popolare
    all’insediamento dell’industria petrolchimica in Val di Sangro e
    la battaglia per la salvaguardia dell’abbazia di San Giovanni in
    Venere a Fossacesia e della Costa dei Trabocchi. A Lanciano
    lottò per la salvaguardia del patrimonio storico e ambientale e
    delle ville liberty.
        Ricca la sua produzione letteraria. Ha collaborato con la
    rivista di etnologia Lares ed è stato direttore editoriale della
    casa editrice lancianese ‘Rocco Carabba’, promuovendone la
    rinascita. Ha donato la sua raccolta di materiale audiovisivo
    sulle credenze popolari abruzzesi alla Biblioteca comunale di
    Lanciano. Ha curato, con Ireneo Bellotta, gli Scritti rari di
    Alfonso Maria Di Nola, usciti in due volumi per la collana “Quaderni di Rivista Abruzzese”.
        La sua attività di studioso è stata premiata nel 2005 dalla
    Camera di Commercio di Chieti con il riconoscimento speciale per “Fedeltà al Lavoro e al Progresso”, insieme a Sergio Marchionne
    (Fiat) e Renato Rossi (Sixty).
        Lascia la moglie Lucia e i figli Lia, docente di Antropologia
    Culturale all’Università D’Annunzio di Chieti, ed Enrico,
    giornalista e storico, voce dell’emittente Telemax. “La sera del
    suo compleanno – dice Enrico Giancristofaro – papà era molto
    contento per i festeggiamenti ricevuti dalla famiglia, nipoti e
    amici, poi, improvvisamente il malore”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • G7: i leader uniti contro Mosca, divergenze su gas e petrolio

    G7: i leader uniti contro Mosca, divergenze su gas e petrolio

    Dal castello di Elmau, in Germania, i leader del G7 mandano un messaggio di unità all'indirizzo del Cremlino, affermando una compattezza granitica sul fronte della guerra, anche se sul petrolio e sul gas le divergenze non sono ancora appianate. G7, l'arrivo dei capi...

    Covid: in Emilia-Romagna quasi 5mila casi e tre morti

    Covid: in Emilia-Romagna quasi 5mila casi e tre morti

    (ANSA) - BOLOGNA, 26 GIU - Continuano a crescere, in Emilia-Romagna, sia i contagi da Coronavirus, sia i ricoverati per patologie correlate. Si contano ancora tre morti, tutte donne, fra le quali una 56enne in provincia di Ferrara.    Nelle ultime 24...