Emilia-Romagna regione attraente per i giovani, grazie a università e mercato del lavoro

Condividi l'articolo

giovedì,  17 novembre 2022

La ricerca di Istituto Cattaneo presentata oggi a Bologna. Focus anche su parità di genere, famiglia, figli, partecipazione politica e associativa e utilizzo dei media. Colla: “Pronti a varare una legge per l’attrazione, permanenza e valorizzazione dei talenti”

L’Emilia-Romagna è una delle realtà a livello nazionale maggiormente in grado di richiamare giovani studenti e di valorizzarne le competenze nel mercato del lavoro.

L’Emilia-Romagna è una regione attraente grazie anche alla mobilità di studenti, calamitati dagli atenei lungo tutto la via Emilia, e al capitale umano che trova un terreno fertile nell’articolato sistema di imprese (e della ricerca) nel quale investire le proprie capacità e aspettative.

E, ancora, una regione che indiscutibilmente si conferma, a livello nazionale ed europeo, area a elevata intensità lavorativaoccupazione da record con gli occupati in percentuale sulla popolazione in età attiva che variano dal 63,95% del 2000 al 67,71% del 2020, valori che sono significativamente più elevati non solo rispetto al dato nazionale (52,8% e 57,47%) ma anche a quelli registrati nel resto delle regioni del Nord Italia (59,89% e 65,62%).


Fonte originale: Leggi ora la fonte