‘Emma Detective’, torna la bambina di Alessandro Cattelan

Ott 13, 2021

  • Condividi l'articolo

    ALESSANDRO CATTELAN, EMMA DETECTIVE (GALLUCCI, PP. EURO), ISPIRATO AI RACCONTI DI NINA CATTELAN, CON LE ILLUSTRAZIONI DI CHIARA NOCENTINI

    Torna Emma, la bambina vivace e piena di curiosità che ha segnato il debutto di Alessandro Cattelan nella narrativa per i piccoli. Come per ‘Emma libera tutti!’ anche nel nuovo libro ‘Emma Detective’ è stata la complicità della figlia maggiore Nina, che oggi ha 9 anni, a spingere l’ex conduttore di X Factor e del recente Da Grande su Rai1, a scrivere questa nuova divertente storia, con i disegni di Chiara Nocentini, autrice per la Rai dei disegni per le favole animate de ‘L’Albero azzurro’.
        Tutto ruota anche in ‘Emma detective’, che sarà in libreria il 14 ottobre per Gallucci, intorno a una scomparsa. Dopo la sparizione di Babbo Natale nel primo fortunato libro della serie, uscito per le feste natalizie 2020, questa volta Emma non trova più il suo orsetto Noblù. Il peluche ha la misura giusta per essere stretto forte tra le braccia, è morbidissimo, intorno al collo ha un nastro con un grosso fiocco blu e i genitori lo hanno regalato ad Emma per aiutarla a superare la paura del buio al momento di addormentarsi quando era più piccola.
        Emma lo ha chiamato Noblù proprio per questo: “no” fa riferimento alla notte in cui l’orsetto diventa il suo migliore amico e blu rimanda al colore del suo fiocco. Ma se gliel’aveste chiesto di giorno avrebbe risposto: “Paura del buio io? Figuriamoci!”.
        Un bel giorno, mentre sta giocando con i suoi amici Jacopo e Lulu si accorge che Noblù è scomparso. “Sul letto, accanto al cuscino, non c’è. Non è neppure sulla scrivania, né sulla mensola appena sopra. Non è sul mobile accanto ai libri, né nella cesta delle bambole” dice Emma.
        Dove sarà finito? “Ragazzi, dobbiamo ritrovarlo!” dice decisa e preoccupata la bambina ai suoi amici. Parte così una divertente avventura. La bimba si mette subito a caccia di indizi: dov’è finito Noblù? Sarà stato rapito da un drago vanitoso, geloso del suo fiocco blu? O dagli extraterrestri? La soluzione è molto più semplice di quello che si crede e questa seconda avventura di Emma, che Cattelan presenterà al Salone del Libro di Torino il prossimo16 ottobre, alla fine è un invito a riflettere sull’importanza dei doveri quotidiani. Parte del ricavato dei diritti di questa pubblicazione saranno devoluta da Cattelan all’Associazione Caf-Centro di Aiuto ai Minori e alla Famiglia in Crisi.
        SALONE DEL LIBRO: Sabato 16 ottobre ore 13:30 – Arena Bookstock PAD2 Interviene Francesca Crescentini (Tegamini)
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte