Emma Muscat, rappresento Malta, e un po’ l’Italia

Mag 10, 2022

  • Condividi l'articolo

    (dell’inviata Claudia Fascia) (ANSA) – TORINO, 10 MAG – Mahmood & Blanco, e poi Achille
    Lauro in gara per San Marino. Ma c’è anche un altro pizzico di
    Italia all’Eurovision Song Contest, al via stasera a Torino con
    la prima semifinale: Emma Muscat, la cantante maltese,
    conosciuta e amata in Italia per aver partecipato ad Amici, il
    talent targato Mediaset di Maria De Filippi, nel 2019. “E’ un
    po’ come giocare in casa – dice la 22enne -, ho una fan base che
    mi apprezza e mi sostiene: essere considerata la ‘terza
    italiana’ all’Eurovision mi rende orgogliosa”.
        Intanto lei rende orgoglioso il suo Paese e a sorpresa ha
    ricevuto anche la telefonata di congratulazioni di una
    connazionale d’eccezione: Roberta Metsola, presidente del
    Parlamento europeo.
        “Complimenti, tifiamo per te”, le ha detto la politica nel breve
    colloquio. Emma sorpresa ed emozionata di rimando ha ringraziato
    per il supporto e si congratula “per il successo e per essere
    grande fonte di ispirazione per tante donne, per me e per molte
    altre”. “E’ un grande esempio: ha raggiunto grandi obiettivi
    nonostante gli ostacoli che specialmente noi donne affrontiamo
    nel mondo del lavoro – ha spiegato poi la cantante nel suo
    italiano fluente -: è riuscita a scalare tutto. E ci rende molto
    fieri a Malta, una piccola isola che con Metsola è riuscita così
    ad arrivare nella posizione più alta in Europa”.
        La telefonata avrebbe potuto intimorire altri, ma non Emma: “Sentivo la responsabilità già prima, perché sono consapevole di
    rappresentare non solo me stessa, ma un Paese intero. Però qui
    sto imparando tante cose, la prima è la gestione dello stress e
    della negatività. Ho iniziato a eliminare l’odio che c’è fuori e
    a focalizzarmi solo sui messaggi positivi”. Positivo come quello
    che vuole lanciare lei con la sua canzone in gara: I am what I
    am. Un inno all’accettazione di sé stessi con i propri difetti,
    i propri limiti, le proprie diversità, riconoscendo il proprio
    valore. “Da piccola – ha raccontato ancora – facevo fatica a
    trovarmi bene in mezzo agli altri, ad essere accettata senza
    essere giudicata. Non so perché, ma questo mi ha lasciato ansia
    e timidezza. Ancora oggi faccio fatica ad accettarmi
    completamente. La canzone, dunque, è anche molto personale: è un
    messaggio ad accettare i nostri difetti che sono quelli che ci
    rendono unici. E spero che portarlo sul palco dell’Eurovision
    possa essere d’aiuto a tante persone”. L’obiettivo è anche
    quello di far arrivare “la mia musica più lontano possibile”.
        Il brano fa parte del nuovo Ep “I am Emma”, in uscita il 13
    maggio. “Un grande lavoro di un po’ di anni, nel quale ci sono
    tante sfumature di me e tante emozioni. Ogni canzone, che è
    stata scritta in momenti diversi della mia vita, ha un messaggio
    differente”. Tutti brani in inglese, “ma farò uscire ancora
    musica in italiano e questa estate farò parecchi live”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Rimini. La città piange Alberto Pietrelli: aveva 69 anni

    Rimini. La città piange Alberto Pietrelli: aveva 69 anni

    E' scomparso ieri mattina Alberto Pietrelli all'età di 69 anni. È stato assistente parlamentare del senatore Giampaolo Bettamio, segretario del gruppo consiliare di Forza Italia in Comune e in Provincia, capogruppo di Forza Italia del Quartiere Uno (Marica centro)....