Festivaletteratura, Pesca poetica con debutto algoritmo

Set 6, 2021

  • Condividi l'articolo

    La poesia ha un posto speciale al Festivaletteratura di Mantova che nell’edizione dei suoi 25 anni propone, oltre al ‘Furgone Poetico’ – lanciato nel 2020, che attraverserà le vie della città nei cinque giorni del Festival,- ‘La pesca poetica’, un’installazione a Piazza Sordello dedicata ai versi generati da un algoritmo. “Un divertimento tecnologico-letterario attraverso il quale si vuole provare a generare poesia attraverso un’intelligenza artificiale che traduce in rima o in versi liberi i variabili umori del lago di Mantova” come viene annunciata l’iniziativa, a cura di Matteo Loglio, designer che si occupa di interazioni e prodotti del futuro. I dati sulla temperatura, la clorofilla e altre sostanze presenti nel lago, raccolti alle diverse ore del giorno dai sensori posizionati su alcune boe fisse, muovono l’algoritmo a produrre nuovi componimenti, grazie a un lungo apprendistato condotto nei mesi antecedenti al Festival su alcuni classici della poesia italiana tra Ottocento e Novecento, da Giovanni Pascoli a Dino Campana. Il risultato sono sorprendenti “poesie del lago” che durante il Festival arriveranno, a seconda dell’ispirazione, nella postazione a Piazza Sordello. “Il lago ha tanti pensieri, sparsi nell’acqua. A volte scrive poesie, che si perdono anch’esse nell’acqua. Per non lasciare che tanti versi ispirati si perdano sul fondo o finiscano distrattamente nella pancia dei pesci, bisogna mettersi a pescarli” viene sottolineato nella presentazione. Tra le novità anche ‘Odonomastica’, un progetto partecipato intorno ai nomi delle strade che attraverso una serie di incontri e alcune riflessioni con l’avvocatessa e scrittrice Deirdre Mask cercherà di fare luce su cosa comporta l’intitolazione di una strada, piazza o vicolo dal punto di vista sociale e antropologico. Il pubblico potrà partecipare, anche lungo le vie incontrate tra pagine di libri o testi di canzoni che ha amato, segnalando in prima persona quali strade hanno indelebilmente segnato la propria esperienza di lettori, collaborando a creare una ‘Città scritta’ in cui la via Pal si interseca con Baker Street per poi affacciarsi su Piazza Grande.
        (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Rimini. Femminicidio di Sonia Di Maggio: al via il processo a Lecce

    Rimini. Femminicidio di Sonia Di Maggio: al via il processo a Lecce

    Si è aperto davanti alla Corte d'Assise di Lecce il processo nei confronti di Salvatore Carfora, il trentottenne campano accusato dell'omicidio della ex compagna, la ventinovenne riminese Sonia Di Maggio. Il delitto risale alla sera del 1° febbraio del 2021, a...