• Fiorentina: Italiano, volevamo partire con una vittoria

    Condividi l'articolo

    (ANSA) – FIRENZE, 14 AGO – “Sono felicissimo, partire con
    una vittoria era un nostro obiettivo. Iniziare il campionato con
    i tre punti non è mai facile o scontato, anche in ottica
    Conference abbiamo dovuto mantenere qualche giocatore fresco e
    lucido per giovedì. Nel secondo tempo potevamo fare di più,
    perché l’anno scorso sfruttavamo meglio la superiorità numerica.
        Abbiamo avuto situazioni per chiudere la partita, anche il loro
    portiere ha fatto parate incredibili. Comunque sono contento, a
    livello qualitativo abbiamo fatto molto bene”. Così Vincenzo
    Italiano al termine della vittoria della sua Fiorentina sulla
    Cremonese al Franchi di Firenze.
        “Sono stato fortunato. Era importante vincere perché avevamo
    fatto un’ottima prestazione – dice invece Rolando Mandragora,a proposito della ‘papera’ di Radu -, sarebbe stato un peccato non
    portare a casa i tre punti. È stata una vittoria difficile,
    sappiamo che ci saranno partite difficili in campionato,
    dobbiamo affrontarle tutte nel migliore dei modi. Per fortuna
    sono arrivati i tre punti, siamo tutti felici per questo . Io
    volevo esultare sotto la Fiesole, farlo all’esordio mi ha reso
    felice” In casa della Cremonese, invece, c’è molta delusione per
    un’impresa (la squadra ha giocato in dieci per tutto il secondo
    tempo per l’espulsione di Escalante) che è svanita solo negli
    ultimi secondi di recupero. “Non sono per nulla soddisfatto – le
    parole del tecnico Alvini -, di niente, perché torniamo a casa
    con niente in mano. Giocavamo contro una grande squadra e ci ha
    messo in difficoltà inizialmente, soprattutto dalla parte di
    Sottil. Però tutte le volte che avevamo la palla abbiamo avuto
    idea per far male anche noi. Nel secondo tempo abbiamo fatto
    un’ottima partita, la Fiorentina ha avuto tante occasioni e la
    vittoria ci può stare, ma un pareggio non sarebbe stato uno
    scandalo. Cosa ho provato al 95′? Dispiacere per i miei
    calciatori e per i nostri tifosi. Prendere gol così lascia
    amarezza, avrei preferito perdere per un gol di Biraghi
    all’incrocio. Radu? Era giù, gli ho detto di alzare la testa:
    non esiste quell’errore, è cancellato. Sono molto contento della
    sua prestazione. È un grande portiere, gli è stata data
    un’etichetta che non merita”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte