Gb: Blair e Camilla entrano nell’Ordine della Giarrettiera

Giu 13, 2022

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – LONDRA, 13 GIU – Cerimonia ufficiale oggi al
    castello di Windsor per la consegna delle tradizionali
    onorificenze reali di Capodanno concesse fra l’altro a inizio
    anno a Tony Blair.
        L’ex premier laburista ha ricevuto – con notevole ritardo
    rispetto ai tempi generalmente riservati a un capo del governo
    emerito, forse in ragione dei suoi rapporti non sempre idilliaci
    in passato con la regina Elisabetta – sia il cavalierato con
    diritto al titolo di sir, sia l’inserimento nel consiglio
    dell’Ordine della Giarrettiera: supremo consesso di consiglieri
    d’onore della corona.
        La consegna è stata inserita a margine dell’annuale
    processione nella cappella di San Giorgio che celebra lo stesso
    Ordine della Giarrettiera. Processione segnata peraltro da una
    nuova defezione della 96enne sovrana la cui assenza è stata
    giustificata da fonti vicine a Buckingham Palace ancora una
    volta con i problemi di mobilità confessati di recente da Sua
    Maestà. Mentre il principe Andrea, già escluso dagli incarichi
    di rappresentanza della monarchia a causa del suo coinvolgimento
    negli Usa nei sospetti dello scandalo sessuale Epstein, è stato
    pure dichiarato assente alla processione, ma ammesso a
    partecipare a un successivo banchetto privato: essendo comunque
    membro di diritto dell’Ordine al pari di tutti i figli della
    regina.
        Oltre a Blair, entrano nell’Ordine della Giarrettiera – al
    vertice della lunga lista di persone decorate a Capodanno per
    meriti vari – sia la duchessa di Cornovaglia Camilla, consorte
    dell’erede al trono Carlo, sia la baronessa Valerie Amos, ex
    diplomatica e politica britannica d’origine caraibica, già alta
    funzionaria dell’Onu. Il riconoscimento a Camilla è stato un
    sugello all’avallo pubblico dichiarato mesi fa da Elisabetta II
    alla sua designazione a regina consorte quando la corona passerà
    a Carlo. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Rimini. Spuntano cartelli inneggianti al fascismo

    Rimini. Spuntano cartelli inneggianti al fascismo

    Condanniamo e segnaliamo il gesto eversivo di chi ha scritto cartelli infamanti, nel tentativo di infangare la memoria dei Partigiani, cui è dedicato lo spazio del centro sociale Grottarossa di Rimini. Alla luce di questo vergognoso attacco ci impegneremo con ancora...