Giro: 45 gli italiani al via, la prima di Van der Poel

Mag 4, 2022

  • Condividi l'articolo

    Mancano due giorni al via del Giro d’Italia numero 105. Si parte venerdì da Budapest e dopo tre tappe in Ungheria, la gara attraverserà l’Italia fino all’arrivo fissato a Verona domenica 29 maggio. Grande l’attesa per gli appassionati, ma anche i protagonisti. Occhi puntati su Richard Carapaz: l’ecuadoriano nel 2019 conquistò la corsa rosa a Verona, dove anche quest’anno è previsto l’epilogo, ma con la maglia della spagnola Movistar. Adesso che fa parte dello squadrone Ineos Grenadiers le sue possibilità di salire sul gradino più alto del podio aumentano. Tanto più che avrà il supporto di compagni altamente competitivi e altri tre anni di esperienza alle spalle, compresi il terzo posto al Tour vinto e l’oro olimpico in linea su strada a Tokyo.

    Il vincitore del Giro delle Fiandre, Mathieu Van der Poel, è all’esordio nella corsa a tappe italiana, e non nasconde le sue ambizioni: “Voglio finire il Giro e il Tour de France quest’anno”, ha spiegato l’olandese che aveva abbandonato il Tour a luglio dopo sei giorni in giallo per prepararsi ai Giochi Olimpici. Il vincitore dell’ultimo Giro delle Fiandre, che a 27 anni non ha mai completato una gara di tre settimane, ha ammesso che “la terza settimana sarà un punto interrogativo”. “E’ uno dei motivi per cui voglio davvero finire la gara – ha aggiunto – Si dice che si diventi un ciclista più forte dopo un Grand Tour, è uno dei miei obiettivi”. L’altro sarà quello di vestire la maglia rosa di leader dopo aver vestito il giallo al Tour de France: “Ci proverò, certo – ha assicurato – Ma non sarà facile”. Arrivato mercoledì in Ungheria, dove venerdì è data la partenza del Giro, Van der Poel ha visionato il percorso della prima tappa con arrivo in salita al Castello di Visegrad (3,8 km al 5% di pendenza media). “Non è molto ripido – ha concluso – Sarà difficile attaccare lì e lasciare andare velocisti come Caleb Ewan”.

    Saranno 45 i corridori italiani al via del 105/o Giro d’Italia di ciclismo, pronto a scattare venerdì da Budapest. Il numero è stato ufficializzato poco fa, dopo la presentazione della ‘starting list’ definitiva della corsa rosa.
    La squadra col maggior numero di atleti di casa è la Bardiani Csf Faizané, che ne schiererà 8: Luca COVILI, Filippo FIORELLI, Davide GABBURO, Sacha MODOLO, Luca RASTELLI, Alessandro TONELLI, Filipoo ZANA, Samuele ZOCCARATO.
    Al secondo posto la Eolo Cometa, con 7: Vincenzo ALBANESE, Davide BAIS, Lorenzo FORTUNATO, Mirco MAESTRI, Samuele RIVI, Diego ROSA, Francesco GAVAZZI.
    Segue la Drone Hopper Androni Giocattoli, con 4: Mattia BAIS, Simone RAVANELLI, Filippo TAGLIANI, Edoardo ZARDINI.
    La Astana Qazaqstan ne avrà 3: Valerio CONTI, Fabio FELLINE, Vincenzo NIBALI.
    Anche la Cofidis presenterà al via 3 concorrenti: Davide CIMOLAI, Simone CONSONNI, Davide VILLELLA.
    Stesso discorso per la Trek: (Dario CATALDO, Giulio CICCONE, Jacopo MOSCA.
    La UAE Emirates avrà Alessandro COVI, Davide FORMOLO, Diego ULISSI.
    La Alpecin Fenix sarà al via con 2: Jakub MARECZKO, Stefano OLDANI.
    La Intermarché Wanty Gobert idem: Domenico POZZOVIVO, Lorenzo ROTA.
    Altri 2 corridori per la Israel PremierTech: Giacomo NIZZOLO, Alessandro DE MARCHI.
    Un corridore a testa avranno la Ag2r Citroen (Andrea VENDRAME), la Bora Hansgrohe (Giovanni ALEOTTI), la Groupama Fdj (Jacopo GUARNIERI), la Ineos Grenadiers (Salvatore PUCCIO), la Jumbo Visma (Edoardo AFFINI), la Quick Step Alpha Vynil (Davide BALLERINI), la Team BikeExchange Jayco (Matteo SOBRERO) e il Team Dsm (Alberto DAINESE). 
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Morto Bo Hopkins,volto di American Graffiti e Fuga di mezzanotte

    Morto Bo Hopkins,volto di American Graffiti e Fuga di mezzanotte

    E'  morto all'età di 80 anni. L'attore americano Bo Hopkins, che recitò in classici come 'American Graffiti', 'Fuga di mezzanotte' e 'Il mucchio selvaggio' è morto all'età di 80 anni.       Dallo sguardo feroce, Hopkins era diventato...

    Pallanuoto: per la Pro Recco scudetto numero 34

    Pallanuoto: per la Pro Recco scudetto numero 34

    (ANSA) - RECCO, 29 MAG - La Pro Recco ritorna sul tetto d'Italia: i biancocelesti vincono la "bella" con il Brescia per 5-2 e conquistano lo scudetto numero 34. Ivovic e compagni trionfano nella storica vasca di casa (da dove mancavano da anni), tredici anni dopo...