Giudice sportivo: sono quattro gli squalificati in Serie A

Mag 3, 2022

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – ROMA, 03 MAG – Il giudice sportivo della Lega calcio
    di Serie A, Gerardo Mastrandrea, in relazione alle partite
    dell’ultimo week-end e in particolare al confronto Spezia-Lazio,
    ricevuta dalla Procura federale rituale segnalazione ex art. 61,
    comma 3 in merito alla condotta del calciatore Ivan Provedel
    (Spezia), consistente nell’aver “pronunciato un’espressione
    blasfema al 9′ st;
    acquisite ed esaminate le relative immagini tv, considerato che
    il calciatore in questione è stato chiaramente inquadrato dalle
    riprese tv mentre proferiva un’espressione blasfema,
    individuabile senza margini di ragionevole dubbio, e che,
    pertanto, tale comportamento, deve essere sanzionato ai sensi
    dell’art. 37, comma 1 e della richiamata normativa sulla prova
    tv, delibera di sanzionare Provedel con la squalifica per una
    giornata.
        Fra i calciatori espulsi, il giudice ha squalificato per una
    partita Petar Stojanovic e Valerio Verre (Empoli). Fra i
    calciatori non espulsi è stato fermato per un turno Sasa Lukic
    (Torino).
        Il Genoa è stato multato di 12.000 euro per “avere i suoi
    sostenitori, nel corso del secondo tempo, lanciato sul terreno
    di gioco alcuni fumogeni che costringevano l’arbitro, per tre
    volte, a interrompere la partita per permetterne la rimozione;
    sanzione attenuata ex art. 29, comma 1 lett. b), recidiva. Multa
    di € 8.000 al Cagliari per “avere suoi sostenitori, al termine
    del match, lanciato un seggiolino sul terreno di gioco oltre
    un’asta che colpiva un proprio calciatore; sanzione attenuata ex
    art. 29, comma 1 lett. b. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Rimini. Concessioni balneari: indennizzi ai bagnini in base ai conti

    Rimini. Concessioni balneari: indennizzi ai bagnini in base ai conti

    La questione balneari verso la risoluzione. L'emendamento inserito nel ddl Concorrenza, che il premier Draghi vorrebbe portare all'approvazione del Parlamento entro il 31 maggio, pena il voto di fiducia, prevede la messa a gara delle concessioni balneari entro il 31...