Giuni Russo, esce album Aliena – Giuni dopo Giuni

(ANSA) – ROMA, 15 DIC – Continuando l’opera di recupero e
divulgazione del patrimonio artistico di Giuni Russo lasciato
incompiuto, esce “Aliena – Giuni dopo Giuni” (Warner
Italy/GiuniRussoArte), il nuovo album di inediti. Composto da 10
brani e da una ghost track è un progetto celebrativo che
contiene 4 inediti e nuove versioni dei brani più significativi
editi dopo la prematura scomparsa dell’artista, tutti arrangiati
e rielaborati nel 2020.
    Tesori nascosti ma ritrovati, come la struggente “Song of
Naples (O sentiero d”o mare)” l’ultima composizione di Giuni
Russo risalente alla primavera 2004, pochi mesi prima della sua
morte ed altre perle come il sensuale ed ipnotico brano
d’apertura “Gli uomini di Hammamet” e poi “La forma dell’amore”.
    Queste ultime due incisioni erano demo che sono state arrangiate
e completate in studio per questo nuovo lavoro.
    L’album si chiude con “Pekino”, un brano dove la strabiliante
vocalità di Giuni si cimenta nel canto unico dell’antica “Opera
di Pechino” (patrimonio Unesco) con impressionanti
improvvisazioni vocali.
    “Aliena – Giuni dopo Giuni”, prodotto da M.Antonietta Sisini,
sarà disponibile in tutti i negozi e nei digital stores dal 15
gennaio 2021 in formato CD e vinile color verde trasparente.
    L’artwork include immagini esclusive tratte dall’Archivio
GiuniRussoArte, foto inedite di Mauro Balletti ed elaborazioni
grafiche. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte