• Giuristi e intellettuali a Nordio,via il 41 bis a Cospito

    Condividi l'articolo

    (ANSA) – ROMA, 07 GEN – “Un gesto di umanità e coraggio”,
    come la revoca del 41 bis, a Alfredo Cospito che “è a un passo
    dalla morte nel carcere di Bancali a Sassari all’esito di uno
    sciopero della fame che dura, ormai, da 80 giorni”.E’ quanto
    chiede al ministro della Giustizia e al governo , l’appello
    sottoscritto da una quarantina tra giuristi e intellettuali, tra
    i quali l’ex presidente della Corte costituzionale Giovanni
    Maria Flick, l’attore musicista e scrittore Moni Ovadia, il
    filosofo Massimo Cacciari, don Luigi Ciotti, l’ex pm di Mani
    Pulite Gherardo Colombo, attualmente presidente della Garzanti
    Libri, padre Alex Zanotelli ,missionario comboniano. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte