• Giustizia: Tribunale Ascoli rischia di restare senza sede

    Condividi l'articolo

    (ANSA) – ANCONA, 06 DIC – Rischia di rimanere senza sede il
    tribunale di Ascoli Piceno e, ironia della sorte, sul suo futuro
    è chiamato a pronunciarsi un proprio giudice. Si è svolta oggi
    avanti al giudice Paola Mariani l’udienza a seguito della
    richiesta della società di gestione di fondi immobiliari
    InvestiRE SGR, proprietaria dell’immobile rilevato da
    Assicurazioni Generali, dell’ ordinanza immediata di rilascio
    alla scadenza contrattuale del 28 dicembre prossimo, proseguendo
    poi in giudizio in sede di opposizione per la decisione sulle
    eccezioni svolte in comparsa dal conduttore, l’Agenzia del
    Demanio.
        La giudice Mariani si è riservata la decisione, concedendo
    termini alle parti; la renderà nota nelle prossime settimane.
        L’Agenzia del Demanio sostiene che l’immobile ospita una
    funzione pubblica quale è l’amministrazione della giustizia, per
    cui il tribunale non può essere sfrattato; i legali di InvestiRE
    SGR obiettano invece che il contratto d’affitto, sottoscritto da
    ambo le parti, prevede una regolare data di scadenza che va
    rispettata.
        Il palazzo, in piazza Orlini, inaugurato nel 1954, ospita da
    quasi 70 anni il Tribunale e la Procura della Repubblica di
    Ascoli. Il contratto di affitto scade il 28 dicembre prossimo,
    ma la somma è stata ritenuta eccessiva dall’Agenzia del Demanio
    che non ha manifestato alla proprietà interesse per il rinnovo
    alle stesse condizioni. Per cui InvestiRE Sgr ha avviato l’iter
    per ottenere il rilascio dell’immobile protetto da vincoli
    architettonici, ma non di destinazione d’uso. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte