Green pass: in pochi a proteste contro obbligo in stazioni Fvg

Set 1, 2021

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – TRIESTE, 01 SET – Flop in Friuli Venezia Giulia per
    le programmata protesta contro l’obbligo del Green pass sui
    trasporti. Complessivamente, meno di cinquanta persone si sono
    radunate, senza striscioni o bandiere, davanti agli ingressi
    delle stazioni ferroviarie dei capoluoghi.
        Una trentina di partecipanti in tutto a Trieste, mentre erano
    meno di dieci sia a Udine che a Pordenone. Per l’occasione, le
    forze dell’ordine hanno dispiegato diverse unità per presidiare
    gli accessi principali e i binari dei treni.
        In un volantino distribuito a Trieste dai manifestanti e
    firmato da Alister (associazione per la libertà di scelta delle
    terapie mediche), si legge che “il Green pass è inapplicabile
    secondo i regolamenti Ue e del Parlamento europeo e del
    Consiglio Ue, giuridicamente superiori a una legge italiana”.
        Inoltre, il vaccino viene definito “genico, sperimentale,
    coperto da segreto nei contenuti e nei contratti di acquisto”,
    mentre il Covid sarebbe “una guerra economica contro i piccoli
    imprenditori e un colpo di stato globale”.
        Tra i passeggeri in transito, quasi tutti hanno espresso
    contrarietà nei confronti delle proteste.
        In questo momento, non transitano treni sulla tratta
    Udine-Venezia per un guasto tecnico non legato alle proteste.
        (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte