Green pass: Rumiz, portuali hanno tradito D’Agostino

Ott 16, 2021

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – TRIESTE, 16 OTT – “Vivo malissimo questa cosa, come
    un tradimento da parte di una classe di lavoratori che da questo
    presidente del Porto di Trieste è stata trattata con i guanti:
    la sensazione è che siamo fronte a dei lavoratori culturalmente
    molto deboli e facili da raggirare, credo siano stati spinti a
    questo da forze esterne”. Lo ha affermato lo scrittore Paolo
    Rumiz durante la conferenza stampa di avvio del festival Dedica,
    a Pordenone.
        “Io so quanto il presidente del Porto D’Agostino li ha amati,
    assistiti uno per uno e non per paternalismo, ma affetto e lui
    dice che se oggi lo rifiutano non ci sono le condizioni per
    lavorare. Per la città è un suicidio: ieri avevamo migliaia di
    veneti venuti a fare casino. Quando sono arrivati a Trieste per
    trovare il porto hanno dovuto vedere Google maps. E’ chiaro che
    si sono fatti raggirare da questa grande emozione irrazionale
    pilotata dall’esterno che è il discorso dei no vax” (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Scherma: a Bologna la rivincita della finale di Tokyo

    Scherma: a Bologna la rivincita della finale di Tokyo

    (ANSA) - BOLOGNA, 04 DIC - Al Paladozza di Bologna andrà in scena la rivincita della finale di Tokyo: lo sciabolatore della Virtus Bologna Luigi Samele sfiderà lunedì, alle 18,30, l'ungherese Áron Szilágyi, vincitore della medaglia d'oro ai Giochi. A organizzare...

    Messi, ‘non mi importa se sono il migliore o meno’

    Messi, ‘non mi importa se sono il migliore o meno’

    (ANSA) - ROMA, 04 DIC - "Non mi importa se sono il migliore o meno. Essere considerato tra i più grandi della storia è più che sufficiente". Dopo la conquista del suo settimo Pallone d'oro Lionel Messi si racconta su France Football, affrontando anche il tema della...