Harry e Meghan sono furibondi «I figli principi non altezze»

Condividi l'articolo

Harry e Meghan sarebbero «furiosi» per il fatto che i loro due figli, i piccoli Archie e Lilibet, diventeranno rispettivamente principe e principessa dopo la morte della regina Elisabetta ma senza acquisire il titolo di Sua altezza reale. È quanto si legge sui tabloid della destra populista molto ostili ai duchi di Sussex, secondo cui l’esclusione sarebbe stata decisa da re Carlo III nei confronti dei suoi nipoti.

La notizia alimenta nuovamente le tensioni tra la coppia «ribelle» e la famiglia reale, nonostante gli importanti gesti di riconciliazione avvenuti nei giorni di lutto per la defunta sovrana, e fa riemergere la rottura storica di due anni fa, con la rinuncia allo status di reali e il trasferimento dei duchi negli Usa. Secondo il Sun, il principe Harry e la moglie si oppongono con forza a un’esclusione perché questa priverebbe i due figli della scorta garantita alle altezze reali dei Windsor. Tema, quello della sicurezza, su cui già Harry è entrato in conflitto, avviando una azione legale contro il ministero dell’Interno per chiedere una adeguata tutela della polizia (anche a sue spese) quando si trova con la famiglia nel Regno Unito.

Sempre secondo i tabloid, Harry e Meghan dal canto loro hanno sottolineato il fatto che le figlie del principe Andrea, Beatrice ed Eugenia, godono dello status al centro della diatriba nonostante non siano reali che rappresentano ufficialmente la corona.

Dopo l’incidente alla madre e a causa dell’odio emerso sui social media nei confronti della moglie Meghan, Harry più volte ha sollevato il problema della sicurezza nei suoi spostamenti nel Regno Unito. Tanto da essersi detto disposto a pagarla di tasca propria. Il Principe è convinto infatti che, pur non essendo più un membro attivo della Casa reale, sia lui che la sua Famiglia non possono cancellare quello che sono e i rischi che corrono anche a causa della appartenenza di Harry ai Windsor.


Fonte originale: Leggi ora la fonte