Rimini. Insegnante contro il green pass: “No alle tessere per lavorare inizio lo sciopero della fame”

Gen 11, 2022

  • Condividi l'articolo
    PREGHIERA E DIGIUNO PER LA PACE, PER LA SALUTE E PER LA LIBERTÀ
    A partire da mercoledì 12 gennaio 2022 non mangerò nulla e berrò unicamente acqua naturale. Digiunerò e pregherò per la pace, per la salute e per la libertà di tutti; perché possiamo lavorare liberamente per costruire i nostri sogni, convivendo pacificamente, rispettando e valorizzando le reciproche diversità.
    Se vuoi rimanere aggiornato seguimi:
    -sulla pagina Facebook: Diego Zannoli @preghieraedigiuno
    -sul canale telegram: Diego Zannoli
    @DiegoZannoli
    -sul canale YouTube: Diego Zannoli
    Cari fratelli, amici e concittadini, sono Diego Zannoli, ho 36 anni, abito a Rimini, dopo la laurea specialistica in ingegneria meccanica ho maturato alcuni anni di esperienza come assegnista di ricerca all’università di Bologna. Dal 2012 lavoro come insegnante nella scuola pubblica, mi interesso di sostenibilità ambientale, agricoltura naturale, salute e benessere. Ho avuto modo di osservare e sperimentare come lo stile di vita abbia un ruolo fondamentale nel ritrovare e mantenere la salute: abbiamo bisogno di vivere in un ambiente salubre, mangiare tanta frutta e verdura fresca e di stagione, respirare aria pura, ricevere sole e luce nella giusta quantità, praticare attività fisica moderata, svolgere un lavoro appagante, coltivare relazioni positive e autentiche. Lavorando su questi aspetti ho riscontrato grandi miglioramenti sia sulla mia salute che su quella di parenti, amici e conoscenti. Svariate persone mi hanno condiviso la propria sofferenza per problematiche di vario tipo, anche molto gravi e come abbiano riscontrato importanti miglioramenti dopo aver modificato il proprio stile di vita. In alcuni casi è capitato addirittura che il medico curante abbia ridotto sensibilmente – o addirittura sospeso! – i trattamenti farmacologici che aveva precedentemente prescritto.
    Nella pagina Facebook “Il giardino”
    condividiamo ricette, esperienze e testimonianze riguardanti la buona cucina, la sostenibilità ambientale, la salute e il benessere a 360 gradi; sono testimonianze molto preziose, a noi sono state molto utili e ci auguriamo possano essere d’aiuto anche a tante altre persone.
    A settembre 2021, mi è stato proposto un contratto annuale come insegnante nella scuola pubblica, per poterlo firmare avrei dovuto esibire il green pass. Ho rifiutato di esibirlo, mi sono chiesto infatti:” Visto che l’Italia è una repubblica fondata sul lavoro, perché per poter lavorare devo esibire una tessera?”
    Attualmente lo stato italiano impone trattamenti sanitari obbligatori a varie categorie di lavoratori, con possibili effetti collaterali, anche molto gravi. Chi decide di non sottoporsi a tali trattamenti è totalmente escluso dalla vita sociale e lavorativa, senza stipendio e senza aiuti di alcun tipo: una lenta condanna a morte per solitudine e per fame. Non sono favorevole a tali trattamenti, non sono contrario ad essi, vorrei la libertà di scelta.
    Dispiace vedere divisioni in famiglia, fra amici, colleghi di lavoro.. è invece molto importante ricordarci che non siamo uno contro l’altro. Le diversità non sono un problema, sono invece una ricchezza: possiamo convivere pacificamente, nel rispetto reciproco e imparando vicendevolmente proprio grazie a queste diversità. Lo stesso progresso scientifico e tecnologico avanza grazie alla diversità e al dubbio, le nuove teorie scientifiche spesso non sono capite immediatamente, solo successivamente vengono comprese ed accettate dalla comunità scientifica.
    Tutti dobbiamo unirci, sia chi non cede al ricatto di perdere il lavoro, chi è costretto a cedere perché magari ha una famiglia da mantenere, ma anche chi fino ad ora non si è posto particolari problemi e ha seguito le indicazioni del governo, uniamoci tutti.
    Anche chi ha fatto prima, seconda e terza dose, in futuro potrebbe decidere di non fare la quarta, la quinta.. o la decima dose. Occorre tutelare i diritti di tutti, nessuno è più al sicuro, proprio perché tali diritti fondamentali sono stati soppressi.
    Siamo sottoposti ad un continuo bombardamento mediatico da parte dei mass media, insieme ai vari obblighi a stare chiusi in casa, non poter lavorare, non potersi incontrare, abbracciare, non poter programmare e guardare con fiducia al proprio futuro.. Tutto ciò non può che generare un forte prolungato stress fisico ed emotivo, sfiducia, paura, e indebolire le difese immunitarie rendendoci più vulnerabili a tutte le malattie. Occorrerebbe al contrario infondere coraggio e fiducia, se rafforziamo il sistema immunitario mediante un sano stile di vita, allora saremo molto più forti nell’affrontare tutte le malattie. Perché di questo non si parla? Perché si continua a parlare solo di vaccini nonostante i risultati fallimentari della campagna vaccinale?
    Non siamo macchine, siamo esseri umani con un cuore e una dignità, la vita è fatta anche di abbracci, socialità, sogni, progetti per il futuro..
    È in atto una forte campagna d’odio e divisione: proviamo in tutti i modi a spegnere questo odio, dobbiamo stare calmi, tranquilli, aiutarci e sostenerci a vicenda.
    Desidero manifestare pacificamente il mio dissenso: penso che con la violenza non si ottenga nulla, se non altra violenza e ulteriore dolore. Gandhi, mediante la non-violenza, è riuscito a liberare l’India dal dominio dell’impero inglese, se avesse usato la violenza non avrebbe avuto alcuna speranza di vincere contro gli inglesi, con la non-violenza invece ha vinto. Penso che anche noi cittadini italiani possiamo riuscire a far abrogare queste leggi lesive della costituzione e dei diritti umani. Siamo in tanti, occorre farci forza l’un l’altro e non mollare, il governo alla fine non potrà che cedere.
    I diritti alla libertà, alla salute, al lavoro, sono nostri diritti di nascita, i nostri nonni hanno combattuto e dato la vita per essi e noi non possiamo farceli portare via così. Siamo il popolo italiano, ci è sempre stata riconosciuta la creatività, la capacità di creare cose belle, di risollevarci e uscire dalle situazioni più difficili. Sono sicuro che se lo vogliamo davvero, se ognuno di noi farà la sua parte, ce la faremo anche questa volta. Forza e coraggio!

     

    Commenta
    Condividi
  • Quirinale: Su voto positivi tutto fermo, sfuma ipotesi decreto

    Quirinale: Su voto positivi tutto fermo, sfuma ipotesi decreto

    Mentre, con l'elezione dei delegati regionali in Toscana ed Emilia Romagna e di Cecilia D'Elia (Pd) a deputato si costituisce il plenum dei Grandi elettori, a meno di una settimana dal 24 gennaio ferve ancora il dibattito su se e come far votare chi di loro sia...

    Laura Pausini superospite al Festival di Sanremo

    Laura Pausini superospite al Festival di Sanremo

    (ANSA) - ROMA, 18 GEN - Laura Pausini sarà superospite della seconda serata del Festival di Sanremo, mercoledì 2 febbraio. Lo ha annunciato Amadeus al Tg1. "Grazie Ama, ci sarò", ha commentato in video la Pausini. "Presenterò al festival il mio nuovo singolo,...