Rimini. Due giorni di “zona gialla” ma l’Emilia-Romagna rischia l’arancione: ecco perché

Gen 7, 2021

  • Condividi l'articolo

    Dopo il Decreto “Natale” sulle misure anti-contagio per le festività, che è scaduto il 6 gennaio, il Governo ha approvato come noto nei giorni scorsi un Decreto ponte in vigore dal 7 al 15 gennaio. Quest’ultimo provvedimento prevede che nei giorni 7 e 8 gennaio tutte le regioni siano in fascia gialla, rafforzata dal divieto di spostamenti fra le regioni stesse. La principale novità è rappresentata dalla possibilità di riaprire al pubblico in presenza (e non solo per asporto e delivery), in questi due giorni, per bar e ristoranti.

    Le regole per il 7 e l’8 gennaio

    Il 9 e 10 gennaio tutte le regioni saranno invece in fascia arancione, con le relative limitazioni previste. Qui le regole da rispettare.

    Dall’11 gennaio le regioni torneranno alle fasce di rischio – gialla, arancione, rossa – assegnate dal ministero della Salute venerdì 8 sulla base dell’andamento epidemiologico, con un inasprimento dei criteri (per entrare in fascia arancione l’indice di trasmissibilità, l’Rt regionale, si abbassa da 1,25 a 1 e per entrare in zona rossa da 1,5 a 1,25).

    Dal 7 gennaio riaprono i servizi educativi per l’infanzia e le scuole materne, elementari e medie, in presenza. E le superiori con didattica a distanza per tutti gli studenti: l’avvio delle lezioni in aula in presenza al 50% è stato infatti rinviato dal Governo all’11 gennaio.

    L’Emilia-Romagna dunque oggi e domani torna in giallo, così come previsto dai decreti, ma il vertice del Cts e del ministero della Salute (che di solito si riunisce il venerdì) potrebbe riservare delle sorprese in vista della prossima settimana per quanto riguarda ulteriori restrizioni. Gli ultimi bollettini forniti dalla Regione su dati Ausl vedono sì contagi in calo e percentuale positivi su tamponi in decrescita dopo il picco natalizio, ma l’indice di trasmissione Rt e i dati sui ricoveri e terapie intensive sono dati rispettivamente sopra uno (1,02 a ieri, ndr) e in aumento. Insomma da lunedì 11 gennaio l’Emilia-Romagna rischia di ritornare in fascia arancione, con solo i negozi aperti e il divieto di uscire dal proprio comune di residenza. Staremo a vedere.

  • Rimini. E’ morta la disabile investita sulle strisce

    Rimini. E’ morta la disabile investita sulle strisce

    E' morta dopo un'agonia di alcune ore, la disabile 70enne investita mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali. La donna in sedia a rotelle, aveva cercato di attraversare la via Flaminia quando è stata centrata in pieno da una Yaris che procedeva in...