Rimini. Imprenditore in odore di mafia tormenta la ex: “Ti seppellisco in una colata di cemento”

Apr 25, 2021

  • Condividi l'articolo

    Un imprenditore in odore di mafia, già condannato a due anni per stalking, è stato nuovamente condannato per maltrattamenti e calunnia a 2 anni e 11 mesi di reclusione. Dovrà risarcire anche 16.000 euro ai figli e 3.000 euro alla loro madre. L’uomo aveva persino promesso di seppellire la sua ex “in una colata di cemento”. Dopo aver reso la vita della ex un inferno, aveva deciso di rivolgere le sue attenzioni anche sul nuovo compagno della donna, un siciliano anche lui. Dopo avergli incendiato il locale, aveva assoldato due sicari arrivati appositamente dall’Isola dopo un summit tra clan – hanno raccontato dei pentiti – per picchiarlo.