Rimini. Chiusi due bar “affollati” e festa abusiva nel parco con 13 multati

Apr 26, 2021

  • Condividi l'articolo

    Aperitivi affollati, oltre l’orario consentito, con i clienti in un caso persino seduti e serviti ai tavoli. Scene da zona gialla, insomma, immortalate sabato – con l’intera regione ancora in arancione – dagli agenti della Squadra giudiziaria e amministrativa della polizia Locale di Rimini. Il bilancio è di due locali chiusi per 5 giorni e i rispettivi titolari sanzionati di 400 euro ciascuno per inosservanza delle norme anticontagio.

    Erano le 19.30 quando gli agenti sono intervenuti in un bar di via Rimembranze. Arrivati sul posto, hanno trovato 15 clienti che consumavano l’aperitivo. Alcuni erano in piedi davanti alla porta, altri seduti sulle botti all’esterno. I poliziotti, dopo aver documentato la serie di violazioni, hanno presentato il “conto” al gestore: 400 euro di multa e chiusura per 5 giorni.

    Mezz’ora dopo, verso le 20, un altro aperitivo oltre l’orario consentito è stato interrotto dalla Squadra di polizia giudiziaria in un bar di via Macanno. In questo caso erano circa 30 i clienti intenti a consumare, quasi tutti all’esterno. Ma c’era qualcuno che accompagnava il classico spritz con del cibo all’interno del locale. Inevitabile la sanzione da 400 euro e la chiusura per 5 giorni.

    Si trattava di una vera e propria festa, invece, quella che gli agenti hanno interrotto sempre sabato al parco di via Santerno, dove sono intervenuti su segnalazione di alcuni cittadini. Musica a palla, cibo e alcol a volontà. I presenti (13 persone, tutte sudamericane), stavano festeggiando tutti ammassati, come se il Covid non fosse mai esistito. Sono stati identificati, multati e allontanati. Inoltre, l’unità Cinofila della polizia Locale ha trovato e sequestrato 5 grammi di marijuana nello zaino di uno dei partecipanti.

    Due, infine, le sanzioni per violazione del coprifuoco. Nella notte tra sabato e domenica, intorno a mezzanotte e mezza, un 54enne è stato fermato dagli agenti in viale Regina Elena mentre guidava la sua auto a fari spenti. Alla richiesta di documenti, l’uomo è apparso poco lucido e impacciato, come se fosse annebbiato dal troppo alcol. Un’impressione confermata dall’alcol test al quale è stato sottoposto: aveva un tasso alcolemico pari a 1.50 g/l, tre volte superiore al limite consentito. Multa di 400 euro per aver violato il coprifuoco e ritiro della patente. Multato anche un giovane, fermato sempre in viale Regina Elena, pochi minuti più tardi. Stava rientrando a casa dopo una serata da amici.