Rimini. Gli albergatori non ci stanno: “Via profughi dalla fascia turistica”

Mag 26, 2021

  • Condividi l'articolo

    Quaranta profughi accolti in una struttura a monte dell’aeroporto dovrebbero essere spostati in un albergo a Rivazzurra, dove la Croce Rossa ha già fatto partire i lavori. Inoltre a Miramare altri 40 ragazzi potrebbero traslocare da un struttura all’altra. Corrado della Vista,  un albergatore di Miramare, ex consigliere dell’Aia Rimini e referente di “Riviera sicura”, ha sintetizzato il malumore degli albergatori: “Il trasferimento dei profughi nella fascia turistica aggrava ancora di più la situazione lavorativa. Siamo molto preoccupati, inizia la stagione, chiediamo ordine e sicurezza. Abbiamo proposto soluzioni alternative”. Dal canto suo Patrizia Rinaldis, presidente dell’Aia Rimini, afferma: “Il principio è che non si mettono migranti nella fascia turistica, soprattutto in questo momento in cui si cerca con fatica di uscire dalla pandemia. Tutto il rispetto possibile per l’integrazione, non è una questione di buonismo, è un problema di lavoro”.