Rimini. Storia di “corna” finisce con estorsioni, denunce e atti persecutori

68enne, sposato e con figli, che aveva allacciato una relazione extraconiugale con una donna a sua volta sposata. L’amante però, con l’aiuto dello stesso marito, avrebbe iniziato a minacciare l’uomo di rivelare a tutti le sue avventure extraconiugali. Così la coppia avrebbe preso di mira il 68enne pretendendo 20mila euro per il loro silenzio. Al diniego hanno iniziato a tempestarlo di telefonate e minacce. così la vittima si è rivolta ai carabinieri presentando denuncia. Gli stessi carabinieri che nella giornata di mercoledì hanno eseguito un’ordinanza emessa dal gip che intima alla coppia un divieto di avvicinamento alla persona offesa. A marito e moglie, inotre, sono contestati i reati di tentativo di estorsione ed atti persecutori.