Il Bellaria Film Festival premia Pupi Avati e Silvio Orlando

Set 25, 2021

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – RIMINI, 25 SET – Pupi Avati e Silvio Orlando saranno
    premiati domenica 26 settembre in occasione dell’ultima giornata
    del 39/o Bellaria Film Festival, al Cinema Teatro Astra. Ad
    Avati, “tra i registi che più si sono distinti per un percorso
    autoriale importante, dal cinema di genere a commedie dallo
    stile molto personale”, è stato assegnato il Premio alla
    Carriera: a consegnargli il riconoscimento sarà Vittorio Sgarbi,
    ospite della serata in occasione della proiezione di ‘Lei mi
    parla ancora’, ultimo film del regista emiliano tratto dal
    romanzo autobiografico del papà Giuseppe, girato in piena
    pandemia con un sorprendente Renato Pozzetto.
        Il Premio ‘Una vita da film’ va a Silvio Orlando, “uno degli
    interpreti più amati e rappresentativi del cinema italiano
    contemporaneo sul piccolo e grande schermo, grazie a una
    recitazione sempre misurata e apprezzata”, vincitore della Coppa
    Volpi alla 65/a Mostra internazionale d’arte cinematografica di
    Venezia. L’attore riceverà il riconoscimento dal sindaco di
    Bellaria Igea Marina (Rimini), Filippo Giorgetti. Premiazione
    anche per i migliori documentari in concorso, individuati dalla
    giuria internazionale presieduta da Moni Ovadia.
        Domani è in programma anche la proiezione fuori concorso del
    corto di Maria Cristina Osti ‘Canticum’, racconto evocativo per
    immagini e suoni del territorio di Comacchio (Ferrara), e di ‘Kabul-oltre la cronaca’, documentario del 2002
    sull’Afghanistan governato dai talebani all’indomani dell’11
    settembre, realizzato dai giornalisti Rai Antonella Delprino,
    Franco Di Mare e Pietro Raschillà, regia di Michele Penelope.
        (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Tutti i processi a carico del Cav

    Tutti i processi a carico del Cav

     Con la sentenza del Tribunale di Siena che oggi lo ha assolto perché il fatto non sussiste si è chiuso per Silvio Berlusconi il primo dei tre processi sul caso Ruby ter, ossia su quei presunti versamenti a ragazze ospiti delle serate del "bunga-bunga" di Arcore...

    Melbourne esce da un lockdown record di 9 mesi

    Melbourne esce da un lockdown record di 9 mesi

    Melbourne esce da un incubo durato nove mesi: dalla mezzanotte la grande città australiana è uscita da 262 giorni di lockdown anti Covid-19, imposti in ben sei riprese dal marzo del 2020: il più lungo di tutto il mondo, che batte il record precedente detenuto da...