Il Comunale di Modena riparte con l’opera, concerti e danza

Set 14, 2021

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – MODENA, 14 SET – Opere, concerti e balletti: sono i
    contenuti del cartellone da ottobre a dicembre del Teatro
    Comunale di Modena annunciato dal direttore Aldo Sisillo. La
    rassegna operistica si aprirà l’8 ottobre con Cantata d’autore,
    un titolo nuovo presentato in coproduzione con il Teatro
    Comunale di Ferrara e firmato dal cantautore Simone Cristicchi,
    anche interprete principale. Nella partitura per voce, coro e
    orchestra, Cristicchi raccoglie storie e canzoni e poesia. Un
    viaggio musicale che restituisce la voce agli ultimi: matti,
    eremiti, anziani, minatori, reduci della guerra e esuli
    dall’Istria.
        Il programma proseguirà con tre titoli del grande repertorio:
    Lucia di Lammermoor di Gaetano Donizetti (22 e 24 ottobre),
    Norma di Vincenzo Bellini (29 e 31 ottobre) e Giovanna D’Arco di
    Giuseppe Verdi (19 e 21 novembre). Lucia sarà Gilda Fiume,
    mentre la direzione musicale è affidata ad Alessandro D’Agostini
    e la regia a Stefano Vizioli. Norma sarà interpretata da Angela
    Meade con la regia di Nicola Berloffa e la direzione di Sesto
    Quatrini. Giovanna D’Arco, in fine, vedrà protagonista Vittoria
    Yeo, soprano allieva di Raina Kabaivanska, con la bacchetta di
    Roberto Rizzi Brignoli e la messinscena di Paul-Emile Fourny.
        La rassegna concertistica inizierà il 10 ottobre con la
    Nordwestdeutsche Philharmonie e la pianista Ying Li diretti da
    Jonathon Heyward, e proseguirà il 7 novembre con Les Musiciens
    du Louvre, L’Akademie für Alte Musik Berlin (4/12), per
    chiudersi con la violinista Anna Tifu accompagnata dalla
    Filarmonica di Odessa (9/12). La sezione dedicata al balletto
    ospiterà le compagnie Artemis Danza di Monica Casadei con un
    omaggio a Fellini, la COB Compagnia Opus Ballet, l’eVolution
    dance Theatre, tutti in scena al teatro Fabbri di Vignola. Al
    Pavarotti arriveranno, invece, la compagnia di Roberto Zappalà,
    l’Anželika Cholina Dance Theatre, e un omaggio ai Balletti Russi
    di Sergei Diaghilev a cura di Daniele Cipriani. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte