• Il giudice Siena: “La Consulta valuti il primo decreto del governo”

    Condividi l'articolo

    Finisce al vaglio della Corte costituzionale il primo decreto del governo Meloni, che ha rinviato al 30 dicembre l’attuazione della riforma Cartabia sulla giustizia penale. A sollevare la questione di illegittimità costituzionale è stato il giudice di Siena Simone Spina, anche su eccezione dell’avvocato Paolo Lorenzini, difensore di un imputato accusato di violenza privata e danneggiamento; reati che con l’entrata in vigore della riforma sarebbero diventati perseguibili solo a querela. Nel caso in questione la querela è stata ritirata e dunque il caso si sarebbe dovuto chiudere senza conseguenze per l’imputato. 


    Fonte originale: Leggi ora la fonte