Il pianista Grigory Sokolov in concerto a Bologna

Mag 7, 2022

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – BOLOGNA, 07 MAG – Uno dei più accreditati interpreti
    della scena pianistica internazionale, Grigory Sokolov, torna
    all’Auditorium Manzoni di Bologna il 9 maggio alle 20.30 per la
    stagione concertistica di Musica Insieme, per uno degli
    appuntamenti più attesi del cartellone. L’artista, ammirato e
    acclamato in tutto il mondo per la sua intuizione visionaria e
    per le poetiche interpretazioni, presenterà un programma che
    attraversa l’intero Ottocento.
        Tre capolavori del repertorio pianistico tutti molto diversi
    tra loro, ma allo stesso tempo legati da una connessione d’animo
    tra i loro compositori e da un fil rouge: si tratta infatti di
    tre opere tutte strutturate su brevi frammenti, sebbene in forme
    diverse. La locandina della serata si apre con un tema di
    balletto: siamo all’inizio del secolo, nel 1802, quando
    Beethoven compone le sue ormai celeberrime variazioni,
    riutilizzando il tema del rondò finale de Le creature di
    Prometeo, balletto in tre atti musicato l’anno precedente.
        La composizione è poi diventata familiare al grande pubblico
    con il nome di Variazioni Eroica, proprio perché lo stesso
    materiale tematico comparirà tre anni più tardi nel movimento
    finale della sua imponente Terza Sinfonia, denominata per
    l’appunto Eroica. Sokolov eseguirà poi gli Intermezzi op. 117 di
    Johannes Brahms, composti nel 1892, un genere di composizione
    completamente diverso e profondamente intriso di Romanticismo,
    che si dispiega in tre piccoli e cesellati frammenti.
        L’interessante percorso musicale si concluderà con Robert
    Schumann, legato a sua volta a Johannes Brahms, di cui annunciò
    al mondo il talento con il celebre articolo “Vie nuove”,
    designandolo quale degno erede di Beethoven. Schumann compone la
    Kreisleriana nel 1838, anch’essa caposaldo del repertorio
    pianistico classico. In una lettera alla moglie, rivela di avere
    scritto questo ciclo inscindibile di otto pezzi in soli quattro
    giorni, pervaso dall’energia instancabile della primavera. Il
    compositore definisce queste pagine Phantasien: ci troviamo
    nuovamente nel pieno dell’espressione romantica, dove urge la
    necessità di lasciar libera la fantasia, dandole all’occorrenza
    una forma nuova e libera da vincoli. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Parigi: Sinner senza problemi con Fratangelo

    Parigi: Sinner senza problemi con Fratangelo

    (ANSA) - ROMA, 24 MAG - Jannik Sinner ha superato di slancio il primo turno del Roland Garros battendo in tre set lo statunitense Bjorn Fratangelo, n.186 del ranking, proveniente dalle qualificazioni. Punteggio a favore dell'azzurro 6-3, 6-2, 6-3 in meno di due ore di...