‘Il treno dell’anima’, nuovo album di Enzo Avitabile

Condividi l'articolo

(ANSA) – ROMA, 17 SET – ‘Il treno dell’anima’, il nuovo album
di Enzo Avitabile in cui dialoga con grandi artisti: Ligabue,
Bennato, Antonacci, Sangiorgi, Jovanotti, Gué, Speranza, Hunt e
Boomdabash. Dal soul al jazz, dalla word music alla tammurriata:
11 brani per un disco “pop, multigenerazionale, che viaggia sui
binari dei sentimenti”. Un arcobaleno di suoni, musiche e
parole. Può essere definito così l’opera, uscita venerdì 16
settembre su cd, vinile e su tutte le piattaforme digitali, è
prodotto dalla label Black Tarantella dell’artista partenopeo e
distribuito da Believe.
    Un nuovo tassello del composito mosaico fatto di incontri e
contaminazioni felici, che il cantautore e compositore porta
avanti da oltre 40 anni.
    11 tracce, tra brani inediti e riletture tratte dalla
discografia di Enzo Avitabile, e un ispirato dialogo in questo
nuovo lavoro con grandi artisti italiani (e amici) come Luciano
Ligabue, Edoardo Bennato, Biagio Antonacci, Giuliano Sangiorgi,
Lorenzo Jovanotti, Gué, Speranza, Rocco Hunt e Boomdabash. Un
lavoro pop, radiofonico, multigenerazionale” spiega Enzo
Avitabile. Questa la tracklist dell’album: ‘Salvami’, ‘Uno di
noi’, ‘Fatti miei’, ‘Per sempre noi’, ‘E duorme stella’, ‘Simm’
tutt’uno’, ‘Angelina’, ‘Nessuno è figlio di nessuno’, ‘La vita è
un dono’, ‘Famm chiamm sete’, ‘Il treno dell’anima’.
    Anticipato dai singoli ‘Fatti miei’ (con Antonacci) e ‘Salvami’ (con Ligabue), ‘Il treno dell’anima’ viaggia sui
binari dei sentimenti: “Questo è un disco molto aperto –
continua il musicista – con diverse sfaccettature: lo puoi
ascoltare perché i brani sono belli, perché ci sono incontri
melodici insoliti e perché, diciamolo pure, tiene compagnia. Mi
permetto di dire che è un progetto che non stanca, non rompe,
nel vero senso del termine!”.
    L’album si apre con ‘Salvami’ e con l’amichevole
partecipazione di Luciano Ligabue: Non può essere così/ Che
finisca tutto qui/ Un nuovo santo non lo sono/ Ma non ci sto
bene col fuoco; un brano che è quasi una preghiera, dove le due
voci si fondono in maniera perfetta, scambiandosi emozioni che
si fondono l’una dentro l’altra, in un sound facilmente
ascrivibile al cantautore napoletano. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte