In una casa 600 kg di pietre prese in spiaggia Villasimius

(ANSA) – VILLASIMIUS, 18 NOV – Circa 600 chilogrammi di
pietre e ciottoli prelevati dalla spiaggia “cava Usai” di
Villasimius sono stati ritrovati in un’abitazione privata del
centro del paese del sud ovest Sardegna. La segnalazione è
arrivata dalla nuova proprietaria dell’abitazione che ha
allertato la polizia locale che ha avviato le indagini per
capire chi abbia trasportato i grossi massi sino al luogo del
rinvenimento.
    Grazie alla collaborazione tra le Guardie Ambientali della
Sardegna e il comando di Polizia Locale, tutto il materiale è
stato requisito e prelevato dall’abitazione per essere riportato
insieme agli agenti nei luoghi di origine.
    Nel frattempo gli agenti municipali hanno già provveduto a tutti
gli adempimenti di legge per il contrasto al fenomeno dei furti
di Sabbia, pietre e conchiglie. LE Guardie Ambientali, in un
post su facebook nel quale hanno anche pubblicato le foto dei
grossi ciottoli ritrovati, ricordano che “chiunque preleva
materiale dai litorali commette la violazione dell’art.1162 del
codice di navigazione che prevede una sanzione compresa tra i
1.549,00 e i 9.296,00 euro”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte