• Inflazione: c’è gender gap,donne la sentono più degli uomini

    Condividi l'articolo

    (ANSA) – ROMA, 18 SET – Le donne hanno una percezione
    dell’inflazione più elevata rispetto agli uomini, e dunque hanno
    aspettative più alte sulla sua crescita. Lo afferma uno studio
    realizzato da tre economisti della Banca centrale europea,
    secondo cui il ‘gender gap’ sull’inflazione percepita è “abbastanza sostanzioso” visto che è di quasi un punto
    percentuale. Lo studio esamina i dati dell’ultimo sondaggio di
    agosto sulle aspettative dei consumatori (‘Consumer Expectations
    Survey, o CES). La causa principale della differenza è che le
    donne pongono maggiore enfasi sull’aumento percepito dei prezzi
    del cibo, settore che pesa più di tutti sulle aspettative
    generali. La seconda ragione è un atteggiamento diverso dei due
    sessi di fronte al futuro: “Gli uomini sono più fiduciosi circa
    le loro aspettative”, spiegano gli esperti, e tendono dare
    numeri sull’inflazione molto precisi, compresi di decimali.
        Mentre le donne sono più negative sull’economia, più incerte
    sulle prospettive e tendono ad arrotondare le stime al rialzo.
        Se da una parte gli uomini non danno molto peso al cibo,
    dall’altra invece si preoccupano per il costo dei trasporti, dei
    vestiti e dell’immobiliare. Una differenza che, secondo gli
    autori dello studio, potrebbe riflettere “la diversa divisione
    dei compiti di casa tra uomini e donne”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte