Intesa:utile semestre a 2,35 miliardi dopo rettifiche Russia

Lug 29, 2022

Condividi l'articolo

Intesa Sanpaolo chiude il primo semestre dell’anno con utile netto pari a 3,28 miliardi di euro escludendo 1,1 miliardi di rettifiche di valore per Russia e Ucraina (+8,4% rispetto a 3,02 miliardi del primo semestre 2021).
    Il risultato è pienamente in linea con l’obiettivo del piano d’impresa 2022-2025 di un utile oltre 5 miliardi di euro per l’anno in corso. L’utile netto contabile si attesta a 2,35 miliardi. Nel secondo trimestre si registra un utile netto pari a 1,33 miliardi di euro, rispetto a 1,51 miliardi del secondo trimestre dell’anno scorso.
    Il cda ha previsto come acconto dividendi cash da distribuire a valere sui risultati del 2022 un ammontare non inferiore a 1,1 miliardi di euro. Ulteriore distribuzione agli azionisti di 3,4 miliardi di euro tramite buyback, di cui 1,7 miliardi in corso e 1,7 miliardi da eseguire subordinatamente alla delibera – entro l’approvazione dei risultati al 31 dicembre 2022 – da parte del Consiglio di Amministrazione.
    “Il quadro economico è segnato dal notevole incremento dell’inflazione che già a inizio anno mostrava le prime evidenze – e dal conseguente aumento delle difficoltà sociali”, afferma il ceo di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina. “Per questa ragione – aggiunge – abbiamo deciso di destinare a tutte le nostre persone in Italia e all’estero – eccetto chi ha funzione di dirigente o equivalente – un contributo economico straordinario di circa 500 euro, per un ammontare complessivo di circa 50 milioni di euro a favore di 82.000 persone del nostro Gruppo”. 
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte