Johnny Depp, da Amber la performance della vita

Mag 6, 2022

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – NEW YORK, 06 MAG – “Amber Heard ha fatto negli
    ultimi due giorni la ‘performance della sua vita’”: questa la
    replica di Johnny Depp dopo la testimonianza della ex moglie al
    processo per diffamazione che lui le ha intentato chiedendo 50
    milioni di dollari di danni. Per due giorni di seguito la
    Heard ha rievocato in aula le violenze che avrebbe subito da
    Depp negli anni della loro relazione e poi del matrimonio. “Il
    racconto della Heard ha continuato a crescere con nuovi e
    convenienti particolari, ma i ricordi di Depp sono rimasti
    esattamente gli stessi nei sei dolorosi anni da quando sono
    state fatte le prime accuse”, hanno detto al settimanale “People” i legali dell’attore: “La sua verità, che è la verità,
    è rimasta la stessa a prescindere dal contesto in cui è stata
    presentata”. Il processo in corso da due settimane si basa su un articolo
    di opinione scritto da Amber nel dicembre 2018 sul “Washington
    Post” in cui l’attrice si autodefinì una vittima di violenza
    domestica senza peraltro fare mai il nome di Depp da cui a quel
    punto aveva divorziato. L’attore sostiene che, a causa di
    quell’articolo, la Disney lo mise alla porta dal sesto episodio
    del franchise “Pirati dei Caraibi” e che da allora la sua
    carriera è stata rovinata forse per sempre. La corte di Fairfax
    in Virginia, ieri ha sospeso il procedimento fino al 16 maggio. Anche Amber ha peraltro voluto dire la sua con “People”: “La
    causa per diffamazione di Depp sta andando a pezzi così
    rapidamente che il suo avvocato si è trasformato da procuratore
    a persecutore. Dicono che la sua versione non è mai cambiata.
        Visto che ha perso quando ho chiesto in corte di essere protetta
    da lui e poi nel Regno Unito nella causa contro il ‘Sun’, forse
    dovrebbe considerare una nuova strategia, anziché riciclare
    quella degli attacchi alla vittima, rifiutando di assumere la
    responsabilità della sua condotta”, ha detto l’attrice di “Aquaman” attraverso un portavoce. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Cannes: applausi per il film di Martone ‘Nostalgia’

    Cannes: applausi per il film di Martone ‘Nostalgia’

    Successo al termine della premiere al Grand Theatre Lumiere di Cannes per Nostalgia, il film di Mario Martone dall'omonimo romanzo di Ermanno Rea (Feltrinelli), interpretato da Pierfrancesco Favino. Nove minuti sono stati gli applausi e grande emozione per tutto il...