Junior Tim Cup: mercoledì a Roma la finale nazionale

Mag 9, 2022

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – ROMA, 09 MAG – E giunta alle fasi finali la nona
    edizione della Junior Tim Cup, il torneo oratoriale promosso da
    Lega Serie A, Tim e Centro sportivo italiano (Csi) che ha
    coinvolto migliaia di ragazzi in tutta Italia. Domani, a Roma, è
    previsto l’incontro al Coni con i vertici del calcio e dello
    sport italiano nell’incontro “Keep Racism Out” mentre mercoledì
    si terranno le ultime partite per designare le finaliste nel
    match in programma all’Olimpico prima della finale di Coppa
    Italia, Juventus-Inter.
        Le squadre che si sono guadagnate l’accesso alla fase finale
    – oratori San Giuseppe di Milano, Curno di Bergamo, San Pietro
    Orseolo di Venezia, S.Eusebio di Genova, San Giuseppe Lavoratore
    di Bologna, S.Andrea Corsini di Firenze, San Pietro Assemini di
    Cagliari e Don Guanella di Napoli – verranno divise in due
    gironi e le due vincenti accederanno alla finale che assegnerà
    il trofeo, alle 18.45 all’Olimpico.
        “La Junior Tim Cup è un evento al quale teniamo in modo
    particolare. In questa stagione abbiamo voluto dedicarla a un
    tema importante come la lotta al razzismo – ha dichiarato l’ad
    della Lega serie A, Luigi De Siervo -. Siamo contenti che le
    finali del torneo possano essere disputate nuovamente nel
    meraviglioso palcoscenico dell’Olimpico”. “Ringrazio i nostri
    compagni di squadra aver creduto con forza in questo progetto,
    quest’anno condito parallelamente dal contrasto al razzismo e ad
    ogni forma di discriminazione – ha affermato il presidente Csi,
    Vittorio Bosio -. Ci incoraggiano gli striscioni e la grande
    attenzione rivolta dai ragazzi e dagli educatori su temi a noi
    cari come la fratellanza, l’integrazione e l’accoglienza di
    tutti. Ci fa anche ben sperare per il benessere psicofisico
    futuro delle giovani promesse del calcio e non solo”.
        “La Junior Tim Cup continua ad alimentare i sogni dei ragazzi
    e a garantire i valori del gioco oratoriale sotto i riflettori
    del calcio professionistico. Tim prosegue così il rapporto con
    Lega A e Csi, iniziato nove anni fa, che ha fatto
    dell’educazione e dello sport un connubio indivisibile”, ha
    affermato la responsabile Brand Strategy dell’azienda, Sandra
    Aitala. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte