• Kiev, in 3 giorni abbattute unità aeree russe per 157 milioni di dollari

    Condividi l'articolo

    Le forze ucraine hanno abbattuto in tre giorni missili da crociera, aerei, elicotteri e droni dell’esercito russo per un valore di 157,5 milioni di dollari (circa 157 milioni di euro): è quanto emerge da un rapporto dello Stato Maggiore delle Forze Armate ucraine pubblicato su Facebook e ripreso da Ukrinform. Il rapporto, che prende in considerazione solo i mezzi d’attacco aereo russi, si riferisce al periodo 5-7 settembre.
        Uno dei missili da crociera più costosi nell’arsenale russo è il Kh-101, che ha un costo stimato in 13 milioni di dollari. I russi ne hanno sparati sei contro l’Ucraina il 5 settembre (per un costo complessivo di 78 milioni di dollari), cinque dei quali sono stati abbattuti dall’Aeronautica di Kiev. Inoltre, sempre secondo il rapporto, le forze russe hanno lanciato due missili da crociera guidati Kh-59, che hanno un costo stimato in 300mila dollari l’uno.
        Sempre in questi tre giorni di combattimenti, i russi hanno perso due elicotteri d’attacco Ka-52 (16,2 milioni di dollari ciascuno), un elicottero d’attacco Mi-24 (12,5 milioni di dollari), tre aerei d’attacco Su-25 (11 milioni di dollari l’uno) e 10 droni Orlan-10 (100mila dollari l’uno).
        “Per riassumere, secondo stime approssimative, le perdite dell’esercito russo nei cieli durante i soli tre giorni di guerra ammontano a 157,5 milioni di dollari”, ha sottolineato lo Stato Maggiore. 


    Fonte originale: Leggi ora la fonte