• Lagioia, ‘Sostiene Pereira’ per ricordare basi della democrazia

    Condividi l'articolo

    (ANSA) – TORINO, 09 NOV – “Forse è il caso di ricordare su
    cosa si fonda la democrazia in questo continente”. Così Nicola
    Lagioia, direttore del Salone del Libro di Torino, spiega la
    scelta del libro di Antonio Tabucchi Sostiene Pereira per la
    terza edizione del progetto ‘Un libro tante scuole’. “E’ un
    romanzo civile, come Per chi suona la campana di Hemingway e
    Omaggio alla Catalogna di Orwell, è chiaro dove guarda. Sono
    libri antifascisti”, spiega Lagioia.
        Sostiene Pereira, con la prefazione di Dacia Maraini, sarà
    distribuito gratuitamente a 6.000 studenti di tutta Italia.
        “Questo libro è un classico della letteratura italiana, un
    classico contemporaneo. Tra l’altro uno dei pochi romanzi
    italiani contemporanei riconosciuti in tutto il mondo. Antonio
    Tabucchi riesce a fare due cose, di solito non allineate tra di
    loro: da una parte riesce a indagare la profondità dell’animo
    umano e in questo è una sorta di erede di scrittori come Pessoa
    (basta vedere il discorso sulla Confederazione delle anime),
    dall’altra lo fa in un romanzo civile. Di solito le due cose non
    vanno insieme” osserva Lagioia. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte