L’appello delle mogli dei soldati battaglione Azov a Kiev

Apr 27, 2022

  • Condividi l'articolo

    Alcune decine di persone, soprattutto donne, hanno manifestato stamattina nella celebre Maidan a Kiev per chiedere corridoi umanitari per evacuare i civili e i militari feriti da Mariupol e per chiedere l’invio di armi. Si tratta soprattutto di mogli, sorelle e madri dei soldati del battaglione Azov che resistono all’offensiva russa nell’acciaieria Azovstal nella città del sud dell’Ucraina. Con il viso dipinto di rosso sangue o dei colori della bandiera nazionale, le donne hanno intonato l’inno nazionale e scandito slogan rivolti al governo di Kiev, all’Onu, alla Croce Rossa: “salvate Mariupol”, “salvare i nostri bambini”, “salvate i nostri soldati”, “salvate Azovstal”, ma anche contro “Putin assassino”.

    Il grido delle mogli dei soldati del battaglione Azov: ‘Salvate Mariupol’

        “Non c’è più tempo, stanno finendo armi e cibo. Bisogna aprire corridoi umanitari e mandare munizioni”, ha detto Olya, 20 anni, moglie di un militare nell’acciaieria, all’inviata dell’ANSA sul posto. 
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Yuliia, bibliotecaria a Kiev, mediatrice a Brera

    Yuliia, bibliotecaria a Kiev, mediatrice a Brera

    (ANSA) - MI suoi figli vanno a scuola e si sono già fatti degli amici, lei sorride orgogliosa mostrando la 'giostra delle storie' dove nei prossimi giorni leggerà favole in ucraino ai bambi scappati dalla guerra, mentre una collega lo farà in italiano, per i loro...

    E’ morto l’attore Gennaro Cannavacciuolo

    E’ morto l’attore Gennaro Cannavacciuolo

    (ANSA) - ROMA, 24 MAG - E' morto improvvisamente questa mattina a Roma l'attore e cantante Gennaro Cannavacciuolo. A darne notizia all'ANSA, la moglie Christine.    Sessant'anni appena compiuti, originario di Pozzuoli (NA), Cannavacciuolo era cresciuto...