Le schede giunte in ritardo o mai arrivate

Giu 13, 2022

  • Condividi l'articolo

    Plichi consegnati con giorni di ritardo o mai arrivati a destinazione: svariate centinaia (o forse anche migliaia) di connazionali all’estero non sono riusciti a votare per i referendum sulla giustizia. La denuncia arriva dal Comites di Miami. Il presidente, Andrea Di Giuseppe, parla di almeno un centinaio di segnalazioni su ritardi o mancate consegne delle schede. E questo solo nel Southeast. I consolati avrebbero dovuto spedirle entro il 25 maggio per riaverle indietro al massimo il 9 giugno alle 16. Il 31 maggio scorso il console generale a Miami, Cristiano Musillo, già si giustificava per i rallentamenti dovuti ai «giorni di festa per il Memorial Day», ma anche alla «estrema scarsità della carta» e della «manodopera» per imbustare 360mila plichi. E sottolineava più volte come per i referendum abrogativi fosse prevista «anche la possibilità di non esprimere il proprio voto». Paradossalmente, per molti, alla fine, votare non è stato possibile.

    Anna ha ricevuto la busta ad Orlando solo il 7 giugno: le probabilità che sia arrivata a destinazione entro i termini sono davvero molto basse. Pasquale Cetera, residente a Naples, invece, le sue schede elettorali non le ha mai viste. Lo stesso vale per la moglie, il figlio e diversi conoscenti. «La verità è che ci si poteva organizzare meglio e per tempo, specialmente alla Farnesina», attacca Di Giuseppe. E a denunciare ritardi e sparizioni dei plichi in tutto il mondo è anche Vincenzo Arcobelli, rappresentante del Cgie, che ora chiede l’istituzione di una commissione d’inchiesta parlamentare.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Scoperto relitto affondato a profondità record di quasi 7.000m

    26 giugno, 16:44 Cronaca MANILA - Una nave da guerra americana affondata in una battaglia navale della Seconda Guerra Mondiale nel Pacifico non lontano dalle Filippine è stata avvistata e filmata a una profondità record di quasi 7.000 metri sul fondo dell'oceano. Il...

    Covid: 48.456 contagi, 44 le vittime. Tasso al 24,3%

    Covid: 48.456 contagi, 44 le vittime. Tasso al 24,3%

    Sono 48.456 i nuovi contagi da Covid registrati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 56.386. Le vittime sono 44, a fronte delle 40 di ieri. Tra antigenici e molecolari, sono stati eseguiti in tutto 199.340 tamponi, con il...